Pluriomicidio di Altavilla, ecco il ruolo dei complici

Pluriomicidio di Altavilla, ecco il ruolo dei complici

Pluriomicidio di Altavilla, ecco il ruolo dei complici di Giovanni Barreca, il muratore 54enne che ha ucciso moglie e figli

La pista della setta sembra essere quella più accreditata dagli inquirenti che stanno facendo luce sul triplice omicidio di Altavilla Milicia , nel palermitano, dove Giovanni Barreca, muratore 54enne, ha ucciso la moglie e i due figli, difronte alla primogenita.

Secondo quanto emerso dalle indagini, ad aiutare l’uomo è stata una coppia, Sabrina Fina e Massimo Carandente, amici di Barreca. Secondo la preziosa testimonianza della figlia sopravvissuta, la coppia ha avuto un ruolo attivo e non solo di istigazione, come si era pensato: «Hanno fatto un esorcismo per liberarci dal demonio».

Dalle indagini, inoltre, è emerso che la madre è stata uccisa circa una settimana fa, mentre i due fratelli di 15 e 5 anni Kevin ed Emanuel, sono stati uccisi lo scorso venerdì. Uno di loro è stato ritrovato legato a catene. La figlia 17enne, invece, non è stata trovata legata, ma probabilmente è stata drogata.  Infine, sembra che i figli vivessero in una condizione di totale assoggettamento al padre, situazione che non era mai emersa all’esterno, né a scuola né in altri ambienti sociali.

Massimo Carandente, l’uomo arrestato, che con la sua convivente Sabrina Fina sono considerati fanatici religiosi, sui social scriveva questi messaggi: «Ecco, io vi mando come pecore in mezzo ai lupi; siate dunque prudenti come i serpenti e semplici come le colombe. Ma guardatevi dagli uomini, perché vi trascineranno davanti ai loro sinedri e vi flagelleranno nelle loro sinagoghe. E sarete condotti davanti ai governatori e davanti ai re, per causa mia, per dare testimonianza a loro e ai gentili. Quando essi vi metteranno nelle loro mani, non preoccupatevi di come parlerete o di che cosa dovrete dire; perché in quella stessa ora vi sarà dato ciò che dovrete dire. Poiché non sarete voi a parlare, ma lo Spirito del Padre vostro che parla in voi. Ora il fratello consegnerà a morte il fratello e il padre il figlio; e i figli insorgeranno contro i genitori e li faranno morire».

Leggi anche: Palermitano, uomo uccide moglie e figli. Si segue la pista delle setta

E ancora: «Sappi che tu sei la/il figlia/o del Grande Giudice Dio Onnipotente!!! Chi ha orecchi oda!!! Il Signore Cristo Gesù benedica grandemente te e la tua famiglia». Un altro messaggio dice: «Ora vi esorto, fratelli, a tenere d’occhio quelli che provocano le divisioni e gli scandali in contrasto con l’insegnamento che avete ricevuto. Allontanatevi da loro. Costoro, infatti, non servono il nostro Signore Gesù Cristo, ma il proprio ventre; e con dolce e lusinghiero parlare seducono il cuore dei semplici. Quanto a voi, la vostra ubbidienza è nota a tutti. Io mi rallegro dunque per voi, ma desidero che siate saggi nel bene e incontaminati dal male. Il Dio della pace stritolerà presto Satana sotto i vostri piedi. La grazia del Signore nostro Gesù Cristo sia con voi».

Sabrina Fina, 42 anni, palermitana e Massimo Carandente, 50 anni campano, sono accusati, in concorso col muratore Giovanni Barreca, di omicidio e soppressione di cadavere dei figli e della moglie dell’uomo.

Fonte immagine: https://www.facebook.com/photo/?fbid=794263469409870&set=a.460133256156228

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.