Matteo Falcinelli presto tornerà in Italia, ecco quando

Falcinelli

Matteo Falcinelli presto tornerà in Italia, ecco quando. Un nuovo video racconta gli attimi concitati dell’arresto

La prossima settimana Matteo Falcinelli potrà rientrare in Italia e potrà restarvi fino al 30 giugno. A dare la notizia è stata la madre, la quale ha informato che è stata concessa dal giudice l’estensione dell’attuale permesso di viaggiare.

“Stiamo aspettando l’emissione del documento ufficiale – ha spiegato la donna – sperando di ricevere prima della nostra partenza anche il file con tutte le registrazioni audio e video riguardanti il caso di Matteo. Pensiamo quindi di riuscire a rientrare in Italia verso la fine della settimana prossima”.

Intanto, è previsto per oggi, in Procura a Roma, un incontro tra l’avvocato della famiglia di Matteo e il procuratore capo di Roma Francesco Lo Voi. Sarà l’occasione per fare il punto sul caso del giovane arrestato a Miami, vittima di pestaggi da parte della polizia americana.

Le violenze risalgono allo scorso febbraio e sono state riprese dalla bodycam di un poliziotto. Non si esclude che la Procura di Roma possa aprire un’indagine. Ciò potrebbe avvenire alla luce del nuovo video spuntato nelle ultime ore in cui è testimoniato l’arresto del giovane.

Nel filmato – come riporta RaiNews, si vede Matteo visibilmente provato che dice agli agenti: «”per favore non ho fatto nulla” aggiungendo di essere “disposto a pagare anche una cauzione” per potere tornare in libertà “se ci fosse una qualche accusa nei suoi confronti dalla quale è pronto a difendersi”. A quel punto i poliziotti rispondono che “non è il caso di parlare di pagamenti perché in questo paese non funziona così e potremmo contestarti la corruzione”. Il giovane capisce che gli agenti hanno volutamente frainteso la sua richiesta e replica “non vi rigirate le cose, io non ho detto questo, non dite cose sbagliate“. I poliziotti quindi lo invitano a “calmarsi e restare seduto per alcuni minuti. Stiamo redigendo dei documenti e in 10 minuti andrà davanti allo corte”».

Leggi anche: Milano, aggredisce poliziotti: per fermarlo sparati colpi di pistola

Il ministro degli Esteri Antonio Tajani ha assicurato che il governo continuerà a seguire il caso: “Sono rimasto profondamente colpito dalla violenza e dal tipo di trattamento cui è stato sottoposto il nostro giovane connazionale Matteo Falcinelli da parte della polizia di Miami”. E “con equilibrio e rispetto per le istituzioni statunitensi, ma con tutta la forza necessaria, ho seguito da subito il caso e continuerò a seguirne gli sviluppi“.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi