L’Isola dei famosi, ecco come è stato accolto il vincitore Aras in aeroporto

L’Isola dei famosi, l’edizione è stata vinta da Aras: ecco come è stato accolto all’aeroporto l’attore turco dalla sua famiglia…

L’Isola dei famosi, lo scorso mercoledì in prima serata su Canale 5 è andata in onda la finale dell’edizione condotta da Vladimir Luxuria. L’edizione è stata breve ma intensa ed infatti è durata due mesi ed è stata vinta dall’attore turco Aras Şenol. Nel corso della permanenza in Honduras dei nuovi concorrenti, vari naufraghi hanno deciso di abbandonare il gioco prima del gran finale. Alla finalissima hanno avuto modo di accedervi solo sei concorrenti e sono stati: Edoardo Stoppa, Samuel Peron, Alvina, Edoardo Franco, Aras e Artur. L’attore turco è riuscito a battere tutti e a portare a casa la vittoria mentre Samuel si è classificato al secondo posto, ed infine al terzo posto Edoardo Stoppa.

Leggi anche –> Mirko Brunetti esordisce come attore protagonista e diffonde un tema importante 

Il naufrago vincitore è tornato in Turchia: ecco come è stato accolto…

Aras negli ultimi giorni dopo la partenza dall’Honduras è atterrato in Italia per prendere parte a diverse interviste e progetti. Il naufrago del reality show di Mediaset nel corso della finale nel momento in cui ha scoperto di essere il vincitore ha rivelato a chi devolverà parte del montepremi dichiarando: “Devolverò alla fondazione di Giulia Cecchettin perchè a Verissimo ho visto la storia”. 

L’attore turco da diversi giorni sta vivendo intense emozioni che continuano a donargli i propri fan che l’hanno supportato ed ammirato. Poche ore fa Aras è atterrato in Turchia in compagnia della sua fidanzata dove è stato accolto ed avvolto da tantissimo affetto. Tutti i familiari del vincitore dell’Isola sono accorsi in aeroporto per uno speciale “Bentornato”. Aras incredulo di trovare tutti i suoi familiari riuniti ha aggiunto: “La mia bella grande famiglia”. 

La sua famiglia l’ha supportato in questi due mesi di sfide e prove affrontate sempre con coraggio e determinazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi