La replica di Mara Venier dopo le polemiche: “Non censuro nessuno”

Venier

Le parole dalla conduttrice 

Dopo le polemiche Mara Venier rompe il silenzio. A seguito della critiche per Domenica In, la conduttrice ha prima postato sui social il video di Ghali, poi ha parlato a Corriere della Sera.

La Venier dice di essere scossa dopo quando accaduto e di aver pianto.

«Mai in vita mia ho censurato qualcuno. Eravamo in ritardo, molti artisti dovevano ancora cantare, e quattro di loro non sono riusciti a farlo, infatti torneranno da me domenica. Si figuri se ho paura ad affrontare il tema dei migranti».

Poi sul suo fuori onda, sul rimprovero ai giornalisti per le domande si giustifica: «Il disagio mio era per il tempo, non per le domande. È ovvio che una domanda sull’immigrazione richiede una riflessione ampia, una risposta complessa, che non si risolve in trenta secondi. I giornalisti sono sempre stati i benvenuti nelle mie trasmissioni, e sono sempre stati liberi di fare le domande che ritenevano più opportune».

Poi spiega che per sistemare la situazione ha invitato Dargen D’Amico nella puntata di domenica «Spero che venga».

Sulle parole di Ghali, invece, dice: «Ha potuto parlare in piena libertà, ha risposto alle critiche dell’ambasciatore di Israele, ha concluso il suo ragionamento senza che nessuno lo interrompesse».

Poi aggiunge: «certo che gli artisti devono essere liberi di esprimersi. Però anche quello che dicono può essere discusso. E tutte le opinioni dovrebbero essere rappresentate».

La Venir poi conclude: «Senta, io sono una conduttrice Rai, se l’amministratore delegato della Rai mi chiede di leggere un comunicato, io lo faccio. Quanto al contenuto, forse qualcuno non è d’accordo con la condanna del massacro del 7 ottobre? Certo, è doveroso ricordare anche le vittime innocenti di Gaza».

Leggi anche: Bufera sulla Rai e su Mara Venier dopo “Domenica In”: cosa è successo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.