Fiorello: “Sanremo? Guardavano me e non Porn Hub!”

Viva Rai Due

Si continua a parlare di Sanremo

A ‘VivaRai2!’. Fiorello, Biggio, Casciari e tutto il cast del mattin show continuano a parlare di Sanremo e non solo.

A proposito del Festival, lo showman ha aperto la puntata di oggi con una notizia a dir poco particolare: un suo momento a Sanremo, infatti, corrisponde con quello in cui la piattaforma PornHub ha perso più utenti in Italia. “Ma ti rendi conto, guardavano me e non PornHub! Il problema è che adesso loro sono contro di me – ironizza -. Sono uscito di casa stamattina e c’era un piccolo nucleo di PornHub in protesta”.

Poco dopo ecco uno dei (finti) comunicati Rai a fermarlo: “I vertici Rai prendono le distanze da Fiorello, responsabile di aver generato un calo di utenti su PornHub. La Rai si scusa con la piattaforma amica e ha già chiesto ai propri truccatori di adoperarsi affinché venga ridimensionato il naturale sex appeal del conduttore di VivaRai2”.

A proposito di politica, si parla della chiamata Schlein-Meloni: “Volevo ricordare, tra l’altro, che Meloni ha una linea privata per la Schlein. Si intitola You and PD, tariffa illimitata – ironizza Fiorello, che poi precisa -. E’ cosa buona e giusta, danno un bel segnale di pace. Non si deve litigare”.

Si torna a discutere intanto anche di limiti di velocità nelle città italiane: dopo Bologna a 30 km/h, infatti, a Bari arriva il limite dei 10 km/h. E Fiorello rilancia: “Faccio un appello a Gualtieri. Battiamoli tutti, andiamo in retromarcia!”, scherza. “I 30 km/h sono un po’ pochini – ammette quindi -. Da quando hanno messo questa cosa provo ad andare ovunque a 30 km/h e si va molto piano. Pensate che c’era una signora con le buste della spesa a piedi che mi ha sorpassato…”.

Leggi anche: Viva Rai Due, Fiorello scherza sulla Rai “La Rai a favore dei conduttori con i baffi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.