Il Parlamento europeo approva la direttiva contro la violenza sulle donne

Il Parlamento europeo approva la direttiva contro la violenza sulle donne

Il Parlamento europeo approva la direttiva per contrastare la violenza contro le donne: un passo storico per la tutela dei diritti

Un giorno importante nella lotta alla violenza contro le donne: il Parlamento europeo ha dato il via libera alla prima direttiva UE che definisce norme comuni per contrastare questo fenomeno dilagante. Un traguardo storico che rappresenta un passo fondamentale per la tutela dei diritti delle donne in Europa.

La direttiva, approvata con 522 voti a favore, 27 contrari e 72 astensioni, introduce una serie di misure per prevenire e punire la violenza contro le donne, sia fisica che psicologica, online e offline.

La co-relatrice della commissione per i diritti della donna e l’uguaglianza di genere, Frances Fitzgerald, ha dichiarato: “oggi il Parlamento ha compiuto i primi passi per fare dell’Europa il primo continente al mondo a porre fine alla violenza contro le donne. Si tratta di un atto legislativo di ampia portata che preverrà la violenza contro le donne, proteggerà le vittime e perseguirà i responsabili, garantendo in tal modo un approccio olistico per affrontare questi crimini efferati. Non ci può essere uguaglianza senza l’eliminazione della violenza contro le donne; dobbiamo garantire che non ci possa essere impunità per coloro che commettono tali crimini”.

Tra le principali novità introdotte c’è i divieto delle mutilazioni genitali femminili e dei matrimoni forzati, ma anche:

Criminalizzazione di nuove forme di violenza: la direttiva include la violenza psicologica, economica e sessuale, oltre alla violenza fisica, come reati specifici.

Misure per la prevenzione: gli Stati membri saranno tenuti a sviluppare programmi di prevenzione e sensibilizzazione contro la violenza di genere, anche nelle scuole e tra i giovani.

Supporto alle vittime: la direttiva garantisce alle vittime di violenza l’accesso a servizi di assistenza specializzati, come centri di accoglienza, linee telefoniche e supporto psicologico. Inoltre, rafforza le misure di protezione per le donne a rischio, come alloggi protetti e percorsi di uscita dalla violenza.

Leggi anche: 25 Aprile, Mattarella all’Altare della Patria. Proteste a Roma

Lotta alla violenza online: la direttiva introduce norme specifiche per contrastare la violenza online contro le donne, come la divulgazione di informazioni private senza consenso (cyberflashing) e il cyberstalking.

La direttiva entrerà in vigore 20 giorni dopo la sua pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea. Gli Stati membri avranno poi due anni per recepire la direttiva nelle loro legislazioni nazionali e un anno per implementare le misure previste.

Fonte immagine: <a href=”https://it.freepik.com/foto-gratuito/donna-del-colpo-medio-con-messaggio-di-arresto-sul-palmo_14371014.htm#fromView=search&page=2&position=47&uuid=3a178ec5-deeb-4d40-aa4e-b959642a3503″>Immagine di freepik</a>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi