Allarme cure per il tumore, in Italia manca un farmaco chemioterapico

Allarme cure per il tumore, in Italia manca un farmaco chemioterapico

Allarme cure per il tumore, in Italia manca un farmaco chemioterapico. Ecco cosa ha comunicato l’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)

In Italia c’è una carenza del farmaco chemioterapico fluorouracile, che viene utilizzato per il trattamento di diversi tumori. L’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) ha comunicato che a causa di problemi produttivi e/o di elevata richiesta, i medicinali a base di fluorouracile sono attualmente carenti e/o disponibili in quantità ridotta.

In una nota Aifa fa sapere: “il fluorouracile è un farmaco che rientra in numerosi schemi di trattamento per neoplasie dell’apparato gastroenterico, della mammella e del distretto testa-collo. La sua carenza, sia pur transitoria, rappresenta un reale problema per la pratica clinica oncologica anche a causa della impossibilità di sostituirlo con altri farmaci per uso parenterale. Per contribuire al superamento della carenza, AIOM invita i clinici a considerare schemi terapeutici alternativi con farmaci orali (capecitabina) per i pazienti che inizieranno un nuovo trattamento nelle prossime settimane, se previsti nelle linee guida disponibili e clinicamente indicati. Si rappresenta ad ogni buon conto che l’AIFA rilascia alle strutture sanitarie, che ne faranno richiesta, l’autorizzazione all’importazione per analogo autorizzato all’estero“.

Si stima che circa il 20% dei nuovi pazienti oncologici ogni anno potrebbe avere bisogno di questo farmaco, quindi la carenza rappresenta un problema serio per la cura di queste persone.

L’AIFA ha già preso alcune misure per cercare di risolvere la situazione, come ad esempio contattare le aziende produttrici per aumentare la produzione e individuare farmaci alternativi. Tuttavia, è importante sottolineare che al momento non è ancora disponibile una data precisa per la risoluzione della carenza.

Leggi anche: David di Donatello, trionfano Garrone e Cortellesi. Ecco tutti i vincitori

L’Aifa garantisce che “è comunque in costante contatto con i titolari delle Autorizzazioni alle Immissioni in Commercio (AIC) dei medicinali a base di Fluorouracile per avere aggiornamenti su eventuali prossime forniture aggiuntive”.

Foto di Stéphane Bacrot: https://www.pexels.com/it-it/foto/ospedale-assistenza-sanitaria-tiro-verticale-struttura-medica-11081177/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi