Ucraina, De Zerbi e il suo staff sono rientrati in Italia

L’allenatore dello Shakhtar Donetsk è in Italia

Finisce l’incubo per Roberto De Zerbi allenatore italiano del club ucraino dello Shakhtar Donetsk che era rimasto bloccato a Kiev.

De Zerbi insieme al suo staff aveva deciso di non lasciare il paese prima che i suoi giocatori non fossero stati messi in salvo.

Oggi, 27 febbraio, il tecnico e lo staff hanno raggiunto l’Italia con un volo dall’Ungheria.

È la notizia che tutti aspettavamo e che ci riempie di gioia – ha commentato il presidente della Figc, Gabriele Gravina – dallo scoppio della guerra in Ucraina sono stato in costante contatto con De Zerbi e gli altri italiani dello Shakhtar Donetsk per rassicurarli e coordinare la loro evacuazione“.

Gravina ha poi parlato di “un’operazione complessa che non si sarebbe potuta realizzare senza il supporto fondamentale della Uefa, nella persona del suo presidente Alexander Ceferin, che in queste ore si è speso incondizionatamente per garantire sicurezza ai componenti della famiglia calcistica internazionale in grave pericolo a causa della guerra“.

La FIGC, questo intanto questo weekend ha indetto 5 minuti di ritardo su tutti i campi in segno di pace e contro l’invasione russa.

Il numero uno sulla FIGC, ha spiegato: “Il calcio italiano è unito, così come tutta l’Europa calcistica, nel manifestare concreta solidarietà al popolo ucraino“.

Leggi anche: Ucraina, sospeso il campionato: De Zerbi e lo staff bloccati in hotel

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.