Turetta, arrivano le proteste degli altri detenuti

Turetta

Le proteste degli altri detenuti del carcere di Verona

Filippo Turetta che non ha incontrato i genitori dopo il rifiuto di questi ultimi crea scompiglio anche tra gli altri detenuti a Verona.

Sarebbero tutti irritati per la medianicità del caso tanto che  «gli avvocati dei detenuti hanno fatto fatica ad incontrare i propri assistiti per colpa dei giornalisti/fotografi».

A spiegarlo l’’associazione “Sbarre di Zucchero” che ha raccolto alcune testimonianze condivise dalla vicepresidente Micaela Tosato al Gazzettino. «I ragazzi dentro sono seguiti meno del solito perché, come ha detto un brigadiere al mio compagno, adesso bisogna pensare al nuovo arrivato vip. Che schifo, sono sempre più schifata. E stamattina l’assassino ha il permesso di incontrare i genitori, nonostante non sia giorno di colloqui per la sua sezione…».

Leggi anche: Turetta, nessun incontro con i genitori: ecco perché

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.