Trump “non sarà ammanettato”, martedì la prima udienza per la convalida delle accuse

Trump non sarà ammanettato, martedì la prima udienza per la convalida delle accuse

Trump “non sarà ammanettato”, martedì la prima udienza per la convalida delle accuse. Ecco cosa ha detto sul giudice

Secondo quanto dichiarato da Joe Tacopina, avvocato dell’ex presidente Usa, Trump “non sarà ammanettato”. Secondo il legale “probabilmente” la Procura di Manhattan renderà ufficiali le accuse durante l’udienza di martedì.

Intanto, Trump su suo social Truth, si è scagliato contro il giudice che presiederà il processo: “Mi odia”. Intanto, Daniels, la sua accusatrice in un’intervista al Times ha detto di essere “spaventata, per la prima volta. Lo stesso Trump incita alla violenza e la incoraggia. Aizza le persone contro di me. Non ho paura di lui, ma basta un sostenitore pazzo che crede di fare il lavoro di Dio o di proteggere la democrazia”.

L’incriminazione di Trump “è monumentale, epica. E sono fiera di me. L’altro lato della medaglia è che questo evento dividerà ulteriormente gli americani”, ha aggiunto Stormy“Se l’è già cavata una volta dopo aver aizzato alla rivolta e creato il caos. Quale che sia l’esito dell’incriminazione ci saranno violenza, feriti e morte”, ha avvertito l’attrice hard. La pornostar ha quindi denunciato le violenze verbali subite da sostenitori di Trump: “All’inizio dicevano che ero alla ricerca di soldi, mi davano della bugiarda, della prostituta, ma ora mi dicono ‘ti uccideremo’”.

Leggi anche: Trump, atteso per lunedì il suo arrivo a New York. Si prevedono manifestazioni

La figlia di Trump, Ivanka ha detto: “Amo mio padre e amo il mio Paese. Oggi sono addolorata per entrambi. Apprezzo le voci di tutto lo spettro politico che esprimono sostegno e preoccupazione”.

Karine Jean-Pierre, portavoce della Casa Bianca, ha detto: “Tutti noi, incluso il presidente, ha appreso dell’incriminazione di Trump giovedì sera, come tutti gli americani, dai media”, aggiungendo che dall’amministrazione non ci sarà alcun commento sul caso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi