Strage di Sydney, mamma salva la figlia lanciandola a due passanti

Strage di Sydney, mamma salva la figlia lanciandola a due passanti

Strage di Sydney, mamma salva la figlia lanciandola a due passanti. Morta la donna, la figlia è grave

Sono sette i morti della strage al centro commerciale di Sydney, avvenuta ieri 13 aprile. Tra le vittime c’è anche Ashlee Good, una donna di 38 anni che sarà ricordata per il suo coraggio estremo. Secondo quanto raccontato da una coppia di fratelli che si trovava sulla scena dell’attacco, la donna, gravemente ferita, prima di accasciarsi a terra, ha letteralmente lanciato la figlia di 9 mesi alla coppia, che così ha raccontato all’emittente australiana 9News: «L’abbiamo vista arrivare di corsa con questo fagottino in mano. C’era sangue ovunque. La donna me lo ha praticamente lanciato in braccio».

Immediatamente, la donna e la bambina sono state soccorse. Per la donna, giunta in ospedale ancora in vita, è stato tentato il possibile, ma è poi deceduta. Mentre, la bambina è stata sottoposta ad un delicato intervento chirurgico e attualmente sarebbe in condizioni critiche. «Quella povera donna… aveva perso molto sangue – raccontano ancora i due fratelli – Io e un paio di altri passanti l’abbiamo aiutata».

Ieri,13 aprile 2024, un uomo ha attaccato il centro commerciale Westfield di Bondi Junction a Sydney, in Australia, con un coltello. Ha ucciso sette persone e ferito altre due, tra cui un neonato, prima di essere ucciso dalla polizia.

L’aggressore, un uomo di 32 anni, è entrato nel centro commerciale intorno alle 15:00 ora locale. Era armato con un grosso coltello e ha iniziato ad accoltellare persone a caso in tutto il centro commerciale. L’attacco è durato circa 10 minuti prima dell’intervento della polizia, che ha ucciso l’uomo.

Leggi anche: Roberto Cavalli: lunedì 15 aprile l’ultimo saluto a Firenze 

Le autorità non hanno ancora rilasciato un movente ufficiale per l’attacco. Alcune testimonianze suggerirebbero che l’aggressore potrebbe aver avuto problemi di salute mentale. La polizia non ha classificato l’attacco come un atto di terrorismo.

Foto di <a href=”https://pixabay.com/it/users/pexels-2286921/?utm_source=link-attribution&utm_medium=referral&utm_campaign=image&utm_content=1850065″>Pexels</a> da <a href=”https://pixabay.com/it//?utm_source=link-attribution&utm_medium=referral&utm_campaign=image&utm_content=1850065″>Pixabay</a>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi