Strage di Altavilla Milicia, anche la figlia maggiore doveva morire

Altavilla Milicia, un'amica di Antonella Salomone: "sono una miracolata"

Strage di Altavilla Milicia, anche la figlia maggiore doveva morire. Ecco il motivo per il quale si sarebbe salvata

Nuove indiscrezioni emergono nell’inchiesta sulla strage di Altavilla Milicia, in cui morirono in quello che sarebbe un rito di purificazione, la moglie di Barreca, Antonella Salamone e i figli della coppia, i due fratellini, di 5 a 16 anni. Secondo quanto emerso nelle ultime ore, sembra che anche la figlia maggiore della coppia, la 17enne che si ritiene abbia avuto un ruolo nella strage, dovesse morire.

A riportare la notizia è Ansa.it, che ha pubblicato quanto emerso dall’incontro in carcere a enna tra Barreca e il suo legale insieme alla criminologa  Roberta Bruzzone.

“La figlia di 17 anni della famiglia Barreca sarebbe stata la prossima vittima. Si è salvata a causa di una bufera di vento interpretata dal padre e dai due fanatici religiosi come la presenza dei demoni che stavano per compiere l’atto conclusivo uccidendo anche la ragazza che nel frattempo era stata bendata e chiusa nella stanza dopo che Antonella e i due fratelli erano morti”, si legge su Ansa.

Leggi anche: Lecco, scoperto il movente dell’omicidio dell’assessore di Esino Lario

“La figlia di 17 anni era stata legata e portata in camera bendata. Solo che durante l’esorcismo su Altavilla Milicia si è abbattuta una bufera tanto che la notte tra il 10 e l’11 febbraio i vigili del fuoco hanno lavorato tutta la notte per alberi caduti e danni provocati dal forte di vento – dicono sempre ad Ansa.it l’avvocato e la consulente – Un segno per i tre, Giovanni Barreca, Sabrina Fina e Massimo Carandente che hanno abbandonato la villetta lasciando la ragazza chiusa in camere. Barreca è andato via in ciabatte. Dopo avere dormito in auto e avere chiamato la sorella e il fratello ha chiamato i carabinieri”.

Inoltre, Sabrina Fina dal carcere avrebbe scritto dei “pizzini” in cui avvertirebbe sulle condizioni della giovane. Il contenuto di uno di questi messaggi è riportato da Leggo.it e dice: «Avvertite i suoi legali che è in pericolo perché su di lei agisce ancora il demonio».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi