Papa Francesco: “verso l’abolizione universale della maternità surrogata”

Papa Francesco verso l'abolizione universale della maternità surrogata

Un convegno sulla maternità surrogata si è svolto in Vaticano. Papa Francesco: “verso l’abolizione universale della maternità surrogata”

Si è tenuto a Roma un convegno internazionale sulla maternità surrogata, che ha visto la partecipazione di esperti provenienti da tutto il mondo. L’obiettivo dell’incontro era quello di fare il punto sulla situazione attuale della maternità surrogata a livello globale, evidenziarne i rischi e le criticità e chiedere l’abolizione di questa pratica. L’obiettivo del convegno è quello di giungere per la maternità surrogata all’abolizione universale. Il testo “Dignità Infinita” approvato a fine marzo dal Papa equipara l’utero in affitto e le pratiche chirurgiche per il cambio di sesso a pratiche che rifiutano il piano di Dio per la vita umana.

La maternità surrogata, nota anche come gestazione per altri, è una tecnica di procreazione assistita in cui una donna (madre surrogata) accetta di portare in grembo un bambino per conto di un’altra persona o coppia (genitori intenzionali). La madre surrogata non ha alcun legame genetico con il bambino, che viene concepito tramite fecondazione in vitro con i gameti dei genitori intenzionali o di un donatore.

Le criticità della maternità surrogata

Durante il convegno sono state evidenziate diverse criticità legate alla maternità surrogata, tra cui:

  • Sfruttamento delle donne: La maternità surrogata può essere vista come una forma di sfruttamento delle donne, in quanto le madri surrogate spesso provengono da contesti socio-economici svantaggiati e sono quindi più vulnerabili a pressioni economiche o ad accordi non equi.
  • Commercializzazione del corpo femminile: La maternità surrogata comporta la commercializzazione del corpo femminile, trasformando la gravidanza e la procreazione in un mercato.
  • Violazione dei diritti del bambino: La maternità surrogata può ledere i diritti del bambino, che si ritrova privato di una madre genetica e di un legame materno sicuro e stabile.
  • Mancanza di consenso informato: In alcuni casi, le madri surrogate non hanno piena consapevolezza delle implicazioni fisiche, psicologiche e legali della maternità surrogata.
  • Problemi di carattere etico e religioso: La maternità surrogata solleva questioni etiche e religiose complesse, che riguardano la dignità della persona umana, la filiazione e il diritto alla procreazione.

Alla luce di queste criticità, i relatori del convegno hanno chiesto l’abolizione universale della maternità surrogata. Hanno sottolineato l’importanza di tutelare i diritti delle donne e dei bambini e di promuovere modelli di procreazione basati sul rispetto della dignità umana.

Leggi anche: Roma Termini, donna incinta picchiata da tre uomini: “non volevo rubare più”

Papa Francesco ha definito questa pratica come “una ferita all’umanità” e ha invitato a “promuovere una procreazione responsabile e rispettosa della dignità della persona”.

Foto di <a href=”https://pixabay.com/it/users/marjonhorn-3698690/?utm_source=link-attribution&utm_medium=referral&utm_campaign=image&utm_content=6189040″>Marjon Besteman</a> da <a href=”https://pixabay.com/it//?utm_source=link-attribution&utm_medium=referral&utm_campaign=image&utm_content=6189040″>Pixabay</a>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi