Padova, donna precipita dal cavalcavia: per gli inquirenti è un femminicidio

Padova, donna precipita dal cavalcavia: per gli inquirenti è un femminicidio

Padova, donna precipita dal cavalcavia: per gli inquirenti è un femminicidio. Fermato il compagno 39enne

Il corpo di Giada Zanola, 33 anni, è stato rinvenuto nella mattinata di ieri, 29 maggio, sull’autostrada A4, straziato dai veicoli in transito, a Vigonza (Padova). In un primo momento si è pensato ad un suicidio, essendo il corpo precipitato da un cavalcavia, ma nel susseguirsi delle ore, il quadro è cambiato.

Nel corso della scorsa notte, al termine delle indagini degli agenti della Polstrada di Padova e di Venezia e dalla Squadra mobile della Questura di Padova, è arrivata la svolta. Il compagno della donna, Andrea Favero 39 anni, avrebbe fatto alcune ammissioni al pm, che ha deciso per il fermo per omicidio volontario.

Al vaglio degli inquirenti il movente del delitto. Sembra che da tempo la coppia, che ha un figlio di 3 anni, fosse in crisi. poco prima di precipitare dal ponte, la donna e il compagno stavano litigando sul ponte, che è a breve distanza dalla loro abitazione. Il delitto, dunque, si sarebbe consumato al culmine di una lite, in cui l’uomo pare abbia spinto la donna, la quale è precipitata da un’altezza di circa 15 m. Alcune automobili sembra siano riuscite ad evitarla, cosa che non è avvenuta per un camion, che l’ha travolta.

Leggi anche: Morte Onorato, la moglie Francesca Donato: “scopriremo i killer”

Attualmente l’uomo si trova in carcere in attesa dell’interrogatorio di garanzia.

Fonte immagine: <a href=”https://it.freepik.com/foto-gratuito/nuova-autostrada-di-recente-costruzione-nel-distretto-di-brcko-in-bosnia-ed-erzegovina_8028436.htm#fromView=search&page=1&position=29&uuid=94f2797d-5d4f-4ea7-b513-0cbcd510d055″>Immagine di wirestock su Freepik</a>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi