Neonato ritrovato morto sugli scogli, individuata la madre: una 13enne italiana

Neonato ritrovato morto sugli scogli, individuata la madre una 13enne italiana

Neonato ritrovato morto sugli scogli, individuata la madre: una 13enne italiana ricoverata in ospedale per una setticemia

Nei giorni scorsi il corpo senza vita di un neonato è stato rinvenuto tra gli scogli a Villa San Giovanni, in provincia di Reggio Calabria. Il cadavere, ancora con il cordone ombelicale attaccato, era all’interno di uno zaino abbandonato, nella vicinanze degli imbarcaderi per la Sicilia..

Le indagini condotte dai Carabinieri hanno portato all’identificazione e al rintraccio della madre del neonato: una ragazzina di appena 13 anni, di nazionalità italiana e residente a Villa San Giovanni. La giovane, secondo le prime ricostruzioni, avrebbe partorito in casa da sola, senza alcun tipo di assistenza medica.

La ragazza è stata poi trasportata in ospedale dai genitori per le cure del caso, risultando affetta da setticemia, una grave infezione che è una complicanza frequente dei parti non assistiti.

Leggi anche: Morte Angelo Onorato, omicidio o suicidio? Oggi l’autopsia

Sull’episodio è stata aperta un’indagine per capire le esatte circostanze del parto e se vi siano state eventuali complicanze che hanno portato alla morte del neonato. Si attende anche l’esito dell’autopsia che potrebbe far luce sul decesso del piccolo. È importante capire se il bambino è nato morto o se all’abbandono era ancora in vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi