Leonardo La Russa, parla il padre dell’altro ragazzo coinvolto

La Russa

Si tratta di Tommaso Gilardoni

Oltre Leonardo La Russa, a casa, nella notte del presunto stupro ci sarebbe stata una seconda persona. Dopo la serata al club Apophis La Russa, la ragazza e Tommaso Gilardoni sarebbero andati a casa.

Quest’ultimo dj del locale è così accusato di stupro come il figlio del Presidente del Senato. Classe 1999 vive a Londra e lavora all’opera Club.

Oggi, in un’intervista a La Verità ne ha parlato il padre di Gilardoni.

«Mio figlio è un playboy ma non stupra. E sapevo che era stato in casa di La Russa quella sera».

E poi: «Non penso proprio che possa fare una cosa del genere. È un ragazzo con la testa sulle spalle. È molto in gamba, con la testa sulle spalle perché noi siamo una famiglia perbene, per questo mi risulta strana questa storia, mi creda…».

Per il momento non pende su lui l’accusa si violenza sessuale di gruppo ma aspetta di essere sentito in procura.

Leggi anche: Caso La Russa, è caccia al secondo complice

«So che mio figlio è sempre circondato da bellissime ragazze – dice –  anche io sono uno a cui piacciono le donne, mi sembra strano che lui possa avere fatto una cosa del genere. È un giovane molto preparato, molto avanti, so che non fa uso di sostanze stupefacenti, è un ragazzo cresciuto con i sani principi, perché noi siamo ancora una famiglia con i sani principi. Le posso far vedere la lettera che mi ha mandato per il mio compleanno in cui mi ringrazia per il modo in cui l’ho educato, per questo mi sembra strano che lui possa aver fatto una cosa del genere. Sa però che al giorno d’oggi le ragazze prima magari fanno sesso e poi si accorgono con chi lo hanno fatto ed è un attimo che vanno a denunciare le persone, però, non lo so…».

Il padre di Gilardoni dice sulla ragazza: «Questa poi è andata a casa di La Russa, che non è proprio l’ultimo arrivato, ha fatto sesso e poi si è pentita e lo ha denunciato, può essere andata così».

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.