Le ipotesi del Mit e di Harvad: «Covid creato in laboratorio a Wuhan»

Covid, nuova circolare del Ministero sui test e tamponi

L’inchiesta è stata portata avanti dal News York Times

Si continua a cercare di far luce su quanto accaduto nel 2020 con la diffusione del Covid. Oggi, 5 giugno, è il News York Times a dare nuove indiscrezioni.

La biologa molecolare del Massachusetts Institute of Technology (Mit) e Harvard Alina Chan in un editoriale sul celebre quotidiano spiegano come il virus sia stato creato in laboratorio a Wuhan.

«Se così fosse sarebbe l’incidente più costoso della storia della scienza. Il virus che ha causato la pandemia da Covid-19 è emerso a Wuhan, città dove ha sede il laboratorio più importante al mondo per i virus tipo-Sars».

Secondo Chan: «l’anno prima della pandemia l’istituto di Wuhan, lavorando con con EcoHealth Alliance (un’organizzazione scientifica americana che è stata finanziata con 80 milioni di dollari dal governo degli Usa) e l’epidemiologo dell’Università del North Carolina Ralph Baric, aveva proposto la creazione di virus con le caratteristiche distintive della Sars-CoV-2».

Secondo la biologa i livelli di sicurezza erano veramente bassi <<Portava avanti il lavoro in condizioni di bassa biosicurezza che non avrebbero potuto contenere un virus presente nell’aria contagioso come il Sars-CoV-2».

Poi si dice che «l’ipotesi che il Covid-19 venga da un animale del mercato del pesce di Wuhan non è sostenuta da prove forti».

Leggi anche: Indagini su Giovanni Toti: avrebbe truccato i dati dei contagi da Covid

Mancano ancora «le prove chiare che ci si aspetterebbe se il virus fosse emerso dal commercio di animali selvatici», conclude Chan.

Inoltre il celebre immunologo Anthony Fauci è stato ascoltato in audizione alla Camera Americana. Era stato infatti accusato di aver tentato di nascondere le origini del Covid.

«È falsa l’accusa che io abbia cercato di coprire l’ipotesi che il virus potesse essere nato da una mutazione creata in laboratorio. È vero il contrario: in una email inviata il 12 febbraio 2020 chiesi di fare chiarezza e di riportare alle autorità preposte».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi