Juve, indagine plusvalenza: verso una nuova penalizzazione e l’Europa si allontana

Pubblicate le motivazioni a parte del Collegio di Garanzia dello sport presso il Coni

Sempre più lontana l’Europa per la Juventus con una nuova penalizzazione in vista e l’Europa sempre più lontana.

Sono state pubblicate, ieri 8 maggio, le motivazioni del Collegio di garanzia dello sport presso il Con.Ovvero è stato spiegato come mai la Juve è stata (inizialmente) penalizzata con 15 punti poi sospesi e che ora probabilmente verranno tolti con uno sconto.

È stato confermato l’impianto accusatorio, confermato l’illecito sportivo e una reiterata vuolazione delle regole.

Ora si attendono 30 giorni per una nuova sentenza della Corte Federale d’Appello, visto che “è nelle prerogative dell’organo giudicante non solo dare l’esatta qualificazione giuridica dei fatti contestati, ma anche (in concreto) irrogare una sanzione adeguata, fra quelle previste, per l’illecito accertato” e che la Juventus, in quanto società, “risponde comunque, ai sensi dell’art. 6 del Regolamento di Giustizia della FIGC, per le azioni commesse dai suoi rappresentanti e dirigenti nei confronti dei quali era stata contestata anche la violazione dell’art. 4 del CGS della FIGC“.

Il Collegio ritiene che “la sentenza impugnata, resa a carico degli amministratori privi di deleghe operative, è carente nella propria parte motiva laddove la Corte Federale – con motivazione da ritenere apparente – ha fatto riferimento ad una generica, ma indimostrata, ‘consapevolezza diffusa’, ovvero ad una asserita condivisione, da parte di detti amministratori, dei concreti dettagli e delle finalità delle operazioni sportive scrutinate, omettendo di fornire adeguato supporto motivazionale di tali affermate ed indimostrate circostanze“.

Si parla così di uno sconti con una penalizzazione da -15 a – 9 che influenzerà il percorso della Juve e la classifica di serie A.

Con un – 9 la Juve andrebbe al 7 posto con 57 punti, con – 15 avrebbe 51 punti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi