Italiani liberati in Mali: “Terrificante. È successo tutto all’improvviso”

Italiani liberati in Mali “Terrificante. È successo tutto all’improvviso”

Italiani liberati in Mali, Maria Donata Caivano al Tg5 racconta: “Terrificante. È successo tutto all’improvviso”

È ancora nitido il ricordo del momento in cui la famiglia Langone è stata rapita in Mali. In una intervista rilasciata al Tg5, Maria Donata Caivano definisce quel giorno “Terrificante. È successo tutto all’improvviso”.

Il figlio Giovanni Langone, anch’egli rapito insieme al padre Rocco, dice: “apriamo la porta e c’erano i jihadisti ad aspettarci”.

La famiglia Langone è in Italia solo da cinque giorni, dopo 21 mesi di prigionia, nella loro casa in provincia di Milano, dove ad attenderli c’era l’altro figlio, Daniele, il minore che ha temuto il peggio per i propri famigliari: “C’è stato un periodo di tempo in cui pensavo ‘Sono morti’”. Daniele ha fatto di tutto per tenere alta l’attenzione sulla situazione dei genitori e del fratello e ora che sono a casa, ancora si dice “incredulo”.

La paura di quanto vissuto è ancora viva, la signora Maria Donata trova difficoltà ad addormentarsi e le ore di sonno sono poche, perché interrotte dal risveglio improvviso. “Io ho pregato tantissimo, di aiutarci a sopportare, di darci la serenità”, dice Maria Donata.

Sono ancora increduli del fatto di essere a casa, dopo mesi trascorsi in tende nel deserto, spostati in continuazione e per lungo tempo con gli stessi indumenti addosso. Nessuna via di fuga, all’orizzonte – dice Rocco Langone – “solo deserto”.

Leggi anche: Indagine politici e vip spiati, la mossa di Cantone e Melillo

La liberazione degli italiani è avvenuta grazie all’interessamento del Ministero degli Esteri e dell’intelligence italiana. Il capo della Farnesina, Antonio Tajani ha accolto la famiglia all’aeroporto di Ciampino e ha commentato lodando “il grande lavoro fatto dalla diplomazia e dalla intelligence per riportarli a casa”; e ha sottolineato che c’è stata, durante il sequestro, “una grande collaborazione della famiglia, che ha sempre mantenuto il silenzio con grande serietà. È così – ha aggiunto – che si ottengono i risultati”.

Fonte immagine: https://twitter.com/Antonio_Tajani/status/1762501483294065065/photo/4

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.