Indagine politici e vip spiati, la mossa di Cantone e Melillo

Indagine politici e vip spiati, la mossa di Cantone e Melillo

Indagine politici e vip spiati, la mossa dei procuratori antimafia a Perugia Cantone e Melillo. Tutto è partito da una denuncia di Crosetto

I procuratori Antimafia e Perugia, Giovanni Melillo e Raffaele Cantone, hanno chiesto di essere ascoltati dal Csm, dalla Commissione Antimafia e dal Copasir per fare chiarezza sull’inchiesta che vede indagati 16 persone, tra cui un finanziere della Guardia di Finanza e un sostituto procuratore antimafia, per presunti dossieraggi a politici e vip.

Le ragioni della richiesta sono la trasparenza: I procuratori vogliono fornire informazioni complete e accurate sulle vicende del presunto dossieraggio, nel rispetto dei limiti previsti dalla legge. Considerata la gravità dei fatti e l’ampio clamore mediatico, i procuratori ritengono sia necessario un confronto urgente con le istituzioni competenti. L’audizione dei procuratori permetterebbe di approfondire le diverse implicazioni dell’inchiesta, fornendo un quadro più chiaro e completo. La richiesta di audizione si configura come un atto di collaborazione con le istituzioni, al fine di fare luce su un caso che desta preoccupazione per la tutela della privacy e la sicurezza nazionale.

Le commissioni competenti dovranno valutare la richiesta dei procuratori e decidere se e quando audizionarli. L’inchiesta della procura di Perugia proseguirà con l’obiettivo di accertare i fatti e le eventuali responsabilità. L’inchiesta è partita dalla denuncia del ministro Guido Crosetto, che ha scoperto di essere stato spiato. Le indagini hanno portato all’iscrizione nel registro degli indagati di 16 persone, tra cui un finanziere della Guardia di Finanza che avrebbe effettuato oltre 800 accessi abusivi alle banche dati per acquisire informazioni riservate su politici, vip e imprenditori. Gli spiati dal finanziere Pasquale Striano quando era in servizio alla Procura nazionale antimafia sono Francesco Lollobrigida, Marina Elvira Calderone, Gilberto Pichetto Fratin e Adolfo Urso insieme a Marta Fascina, gli ex presidenti del Consiglio Giuseppe Conte e Matteo Renzi, ma anche Fedez, Cristiano Ronaldo e Massimiliano Allegri.

Leggi anche: Tensione nel Mar Rosso, mentre Israele annuncia “pause umanitarie”

Secondo fonti parlamentari, oggi si terrà l’ufficio di presidenza della commissione Antimafia per valutare la richiesta di audizione di Melillo e Cantone. “L’inchiesta sugli spioni che setacciavano illegalmente i dati di centinaia di cittadini, soprattutto di centrodestra e in particolare politici e persone vicine alla Lega, rivela un quadro sconcertante. Siamo di fronte a un attacco alla Repubblica e alla democrazia – prosegue la Lega – che coinvolge Magistratura, Guardia di Finanza e giornali di sinistra, col risultato che in più di un’occasione le Procure hanno aperto inchieste basandosi su presunti scoop nati da notizie costruite a tavolino sulla base di dati ottenuti illegalmente”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.