Influenza stagionale, quest’anno sarà particolarmente violenta

Influenza stagionale, quest'anno sarà particolarmente violenta

Influenza stagionale, quest’anno sarà particolarmente violenta. I primi casi in Europa si sono registrati in Francia sui bambini 

Grazie alle norme di distanziamento, all’uso delle mascherine e alla costante disinfezione delle mani, lo scorso anno non abbiamo avuto molti casi di influenza stagionale. Anzi possiamo dire che la classica influenza non è circolata per niente. Quest’anno, visto il rallentamento delle norme e il ritorno, seppur lento, alla normalità, l’influenza stagionale potrebbe circolare di più e visti i primi casi, pare sia particolarmente cattiva.

Il messaggero riporta la dichiarazione di Silvestro Scotti segretario della Federazione medici di famiglia, il quale dice: “Abbiamo una generazione che ha saltato l’epidemia influenzale dello scorso anno e questo significa che tanti cittadini non hanno neanche gli anticorpi rispetto ai virus della stagione ’20-21. E’ importante accelerare con i vaccini o rischiamo di avere condizioni più gravi“.

Leggi anche: RIAPERTURE: CINEMA, TEATRI E DISCOTECHE DA OGGI CON LE NUOVE REGOLE

L’influenza ha già toccato Australia, Nuova Zelanda, Sud America e Africa. Lo scorso anni i confini tra paesi erano chiusi, quest’anno invece no e la diffusione del virus influenzale potrebbe essere più veloce. Tra l’altro la popolazione non ha gli anticorpi dell’influenza precedente. I primi casi di influenza sui bimbi in Francia hanno fatto registrare una notevole diffusione di sintomi di bronchiolite. Inoltre, pare che sia particolarmente aggressiva l’influenza. Nei più piccoli la nuova influenza si manifesta con raffreddore, febbre, tosse, respiro sibilante e difficoltà respiratoria.

L’invito degli esperti, dunque, è quello di vaccinarsi anche per l’influenza stagionale.

Fonte immagine: <a href=’https://it.freepik.com/foto/mano’>Mano foto creata da katemangostar – it.freepik.com</a>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi