Grande Fratello, Sergio D’Ottavi choc: “Autoerotismo in camera”. La regia censura tutto

Sergio D’Ottavi pizzicato a praticare autoerotismo al Grande Fratello: la regia del reality costretta a censurare l’accaduto nella Casa

Curiosi avvenimenti nella casa del Grande Fratello. Il gieffino Sergio D’Ottavi, stando a una segnalazione raccolta dall’esperta di gossip Deianira Marzano, sarebbe stato pizzicato in un atto di autoerotismo nella casa del Grande Fratello. Il concorrente sarebbe infatti stato beccato in flagrante mentre stava praticando un atto di autoerotismo nella sua camera. Quando la regia, che naturalmente non stacca 24 ore su 24, si è resa conto della scena decisamente ambigua ha poi rimediato facendo saltare l’inquadratura.

LEGGI ANCHE: Monia La Ferrera si è fidanzata con il fidanzato di Greta Rossetti, il commento dei social

L’accaduto è stato rivelato da una persona che lavora dietro le quinte del reality, che ha inoltre rivelato come non si tratti di un caso isolato. “Questa sotto le coperte Sergio stava facendo un solitario ed è stato scoperto perché lo faceva nel sonno e faceva strani versi. Ovviamente la diretta è stata staccata. Comunque non è il primo ti posso dire per esperienza che lavoro dietro la camera sono anni che accade” si legge nel messaggio diffuso sui social da Deianira Marzano. Ovviamente il tema non sarà affrontato in puntata per evitare polemiche e imbarazzi risparmiabili. Nelle ultime settimane Sergio al Grande Fratello si è molto avvicinato a Greta Rossetti. La ex di Mirko ha però frenato su una possibile love story, spiegando: “Con Vittorio è una relazione adolescenziale, mentre Sergio è uomo. Però no, non devo scegliere nulla, perché sono due rapporti diversi, voglio bene ad entrambi, perché mi danno cose diverse. Come Vittorio mi sento leggera, non parliamo mai di cose pesanti e io con Sergio trovo un rapporto di protezione”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.