Giorgia Meloni nell’anniversario della guerra in Ucraina: “la Russia ha scioccato il mondo”

Giorgia Meloni nell'anniversario della guerra in Ucraina la Russia ha scioccato il mondo

Giorgia Meloni nell’anniversario della guerra in Ucraina. In un videomessaggio ha detto la premier: “la Russia ha scioccato il mondo”

A pochi giorni dalla sua visita a Kiev, Giorgia Meloni ritorna a parlare del conflitto in Ucraina e lo fa nel giorno del primo anniversario dell’invasione russa e lo fa con un videomessaggio postato sui social.

Esordisce la Meloni: “Un anno fa la Federazione russa ha scioccato il mondo invadendo l’Ucraina“.

Poi continua la premier: “La Russia aveva già compiuto in passato aggressioni nei confronti dei propri vicini, non aveva mai spento le rivendicazioni su quelli che chiama ‘i suoi confini storici’. Ma nessuno avrebbe potuto immaginare un atto così grave. C’eravamo illusi. L’obiettivo di Putin era far capitolare l’Ucraina per poi rivolgere le sue mire espansionistiche agli altri Stati confinanti, non solamente europei. Quel piano è fallito”.

Ma la reazione dell’Ucraina, ha detto Giorgia Meloni è stata eccezionale: “Mosca ha dovuto fare i conti con l’eroica reazione di un popolo disposto a tutto per difendere la propria libertà, e con una cosa più forte dei missili e dei carri armati: l’amore per la propria patria. Il popolo ucraino sta pagando un prezzo molti alto per questo. A Bucha e Irpin l’ho visto con i miei occhi e non lo dimenticherò”.

Leggi anche: Ucraina, primo anniversario della guerra, Zelensky: “un anno di dolore”

Poi conclude, ribadendo l’appoggio all’Ucraina: “L’Ucraina non è e non sarà sola perché sta difendendo anche i valori di libertà e democrazia su cui nasce l’identità europea e le fondamenta stesse del diritto internazionale, senza il quale varrebbe solo la forza militare e ogni Stato del mondo rischierebbe di essere invaso dal proprio vicino”, ha sottolineato Meloni nel videomessaggio realizzato in coordinamento con i principali partner internazionali. “Non possiamo consentirlo ed è nostro dovere lavorare per arrivare a una pace giusta, il mondo libero è debitore nei confronti delle donne e degli uomini ucraini l’Italia è dalla loro parte”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi