GF Vip, Christian De Sica contro la scelta di Alfonso Signorini

L’attore ha espresso il suo parere sulla decisione di mandare in onda la clip delle ‘morti celebri’ del 2020

L’attore Christian De Sica ha trovato orribile la decisione del Grande Fratello Vip di mandare in onda il video con le ‘morti celebri’ del 2020. Infatti la notte del 31 dicembre durante lo speciale del GF Vip 5 Alfonso Signorini ha fatto uscire i concorrenti fuori alla porta rossa e gli ha mostrato un filmato per ricordare le “morti celebri” del 2020. I concorrenti da cinque mesi nella casa infatti sono all’oscuro di quello che succede fuori dalla casa di Cinecittà.

Infatti i vipponi non erano stati informati della morte di Gigi Proietti, del batterista dei Pooh Stefano D’Orazio e del campione del mondo Paolo Rossi.

“Allora vipponi, prima che canti Fausto Leali e voi potrete ballare con chi volete, vorrei la vostra attenzione – ha detto Signorini -. L’anno che ci lasciamo alle spalle, ci ha fatto perdere per la strada molti… alcuni personaggi che facevano parte della nostra vita e della nostra storia e che non smetteremo mai di ricordare. Guardiano insieme chi ci ha lasciato e non c’è più”. Poi il video dei necrologi: “Purtroppo il bruttissimo 2020 ce li ha fatti lasciare per strada. Ma il loro più grande insegnamento è rispondere alla tristezza con un grande sorriso”.

Maria Teresa Ruta è scoppiata a piangere rientrando nella casa, seguita da Cecilia Capriotti.

Leggi anche–> Gaffe, censure, stecche: da Raiuno al GF Vip, cronaca di un Capodanno in tv

E sulla scelta inopportuna del Grande Fratello Vip sulla carrellata di ‘morti celebri’ si sono espressi in molti sui social proprio per commentare l’accaduto che non è piaciuto. Tra questi su Facebook anche il punto di vista dell’attore Christian de Sica che ha scritto: «Che ne pensate? Io lo trovo orribile».

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Grande Fratello (@grandefratellotv)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.