Femminicidio di Giulia Tramontano, in aula Alessandro Impagnatiello

Impagnatiello

Femminicidio di Giulia Tramontano, in aula Alessandro Impagnatiello. Ecco la sua reazione alle foto di Giulia

Nella seconda udienza nel processo in corso a Milano per il femminicidio di Giulia Tramontano, l’imputato, l’ex barman Alessandro Impagnatiello, è stato presente in aula. Impagnatiello è accusato di omicidio aggravato da premeditazione, crudeltà, futili motivi e dal vincolo affettivo, di occultamento di cadavere e procurata interruzione di gravidanza..ù

Nel corso dell’udienza a Impagnatiello sono state mostrate le immagini del corpo di Giulia carbonizzato e la sua reazione è stata di una forma di rifiuto: ha abbassato la testa e ha pianto. Nella prima udienza, Impagnatiello aveva detto: «Non chiedo che le scuse vengano accettate perché sto sentendo forte ogni giorno cosa significa perdere un figlio… chiedo che le mie scuse vengano ascoltate. Porgo scuse eterne alla famiglia di Giulia spero di non svegliarmi più al mattino».

Oggi, la madre di Giulia ha diffuso un messaggio rivolto alla figlia: “Amore mio, oggi si parlerà di te, di come siete stati strappati alla vita, di come con tutte le tue forze hai cercato la verità a costo della vostra splendida vita. Tu sarai sempre per noi la nostra immensamente Giulia e Thiago il nostro angelo. Lotteremo per te fino all’ultimo”.

Leggi anche: Donna entra in una chiesa armata, nella sparatoria ferito bimbo di 5 anni

“Nulla ci restituirà Giulia, abbiamo gridato a voce alta, lo faremo ancora affinché sia fatta giustizia per lei e Thiago” scrive invece il padre Franco su Instagram. I genitori e i fratelli di Giulia non sono presenti in aula. La mamma e la sorella Chiara testimonieranno nella prossima udienza prevista il prossimo 7 marzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.