Caso Ilaria Salis, l’ambasciatore ungherese: “emergono condotte assolutamente illecite”

Caso Ilaria Salis, Giorgia Meloni sente Orban. Pressione sui domiciliari

Caso Ilaria Salis, l’ambasciatore ungherese: “emergono condotte assolutamente illecite”. Saranno chiesti i domiciliari per la donna

L’ambasciatore ungherese a Roma, Adam Kovacs, in una lunga lettera pubblicata sul canale Facebook dell’Ambasciata, si scaglia contro la stampa italiana per aver fatto “una rappresentazione particolarmente distorta e sproporzionata” del caso Salis, “soprattutto nella valutazione del sistema giudiziario ungherese, tale da far sorgere il dubbio che i commenti editoriali siano stati mossi esclusivamente da considerazioni politiche, oltre che ideologiche, dirette a mettere in cattiva luce le relazioni italo-ungheresi”.

Continua l’ambasciatore: “Senza entrare nel merito del caso giudiziario, che sarà deciso dalla magistratura ungherese nella sua piena indipendenza, si è parlato poco e male in merito ai fatti accaduti e alla condotta di Ilaria Salis. Secondo le prove raccolte dalle autorità investigative ungheresi, il quadro di quanto è accaduto nei giorni del febbraio di un anno fa sembra chiaro” e “dai video in possesso dell’autorità giudiziaria emergono condotte assolutamente illecite”.

L’ambasciatore continua ad accusare i media italiani: “A prescindere dall’estraneità o meno dell’imputata Salis a questi fatti, sulla quale sarà la Corte a pronunciarsi, ritengo che la palese tendenza a sminuire questi episodi gravissimi e di presentarli, in modo manipolativo, come una semplice ‘rissa tra manifestanti’, sia piuttosto preoccupante”.

Leggi anche: Femminicidio di Giulia Tramontano, in aula Alessandro Impagnatiello

Poi aggiunge: “Il contrasto al ‘pericolo fascista’ – pretesa già in sé discutibile nel contesto odierno di una Europa unita, pacifica e democratica – non può giustificare i comportamenti di cui è accusata, e in Patria già condannata in altre occasioni, Ilaria Salis”.

La difesa di Ilaria Salis farà richiesta di poter scontare i domiciliari in Italia e, in subordine, in Ungheria. E’ quanto si apprende dalla famiglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.