Femminicidio di Angela Avitabile, assolto l’uomo che l’ha uccisa

Femminicidio di Angela Avitabile, assolto l'uomo che l'ha uccisa

Femminicidio di Angela Avitabile, assolto l’uomo che l’ha uccisa. Per lui riconosciuto il vizio totale di mente

Angela Avitabile la sera del 22 aprile del 2022 fu uccisa a coltellate nella loro casa a Rimini dal marito Raffaele Fogliamanzillo. Oggi, l’uomo è stato assolto per vizio totale di mente dalla Corte D’Assise di Rimini. Fogliamanzillo, 62 anni, dovrà trascorrere i prossimi 20 anni in una Rems (una residenza per l’esecuzione delle misure di sicurezza).

Dalle indagini si è appreso che l’uomo era stato a lungo seguito dal centro di salute mentale di Rimini. Il pm titolare del fascicolo Luca Bertuzzi dispose infatti una perizia psichiatrica. Secondo dottor Renato Ariatti, l’imputato soffre di «un disturbo delirante paranoide tale da renderlo socialmente pericoloso».

Tuttavia, molti dei familiari della coppia, tra cui la figlia della coppia Anna Fogliamanzillo, sono convinti del contrario: «Raffaele agì con lucidità quella sera», hanno sostenuto anche a margine della sentenza di assoluzione.

Leggi anche: Matteo Bassetti: “polmoniti da micoplasma per colpa dei No Vax”

Durante la lettura della sentenza si sono verificate tensioni in aula: urla ma anche offese da parte di alcuni familiari della vittima verso l’avvocata che difende l’imputato, Viviana Pellegrini, costretta a lasciare il Tribunale scortata dalla Polizia. «Sono sconvolta – racconta – alcuni familiari, uomini per la precisione, mi hanno aggredito con ogni genere di insulto. Sono tornata a casa con un’auto non mia, accompagnata dagli agenti». Pellegrini ha confermato di non aver subito alcuna aggressione fisica, «Ma lo spavento è stato grosso» ha detto.

Il femminicidio di Angela Avitabile aprì una sequenza di tre delitti che in brevissimo tempo sconvolte Rimini.

Foto di EKATERINA BOLOVTSOVA: https://www.pexels.com/it-it/foto/in-legno-campo-giudice-legale-6077326/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi