Elezioni Europee, 7 candidati risultano “impresentabili”

Elezioni Europee, 7 candidati risultano impresentabili

Elezioni Europee, 7 candidati risultano “impresentabili”. A dirlo è la Commissione parlamentare Antimafia

La presidente della Commissione parlamentare Antimafia Colosimo ha comunicato che sono sette le candidature alle elezioni europee dell’8 e 9 giugno che, sulla base delle verifiche fatte, sono risultate in violazione del Codice di autoregolamentazione.

Sono stati 817 i nominativi esaminati, la Direzione antimafia ne aveva segnalati 20. In gran parte risultato imputati in processi in corso.

Nei loro non scatta nessuna esclusione dalle liste, il fatto che non siano in linea con le regole del Codice, è solo un alert di valenza etica.

I sette individuati sono Angelo Antonio D’Agostino di ‘Forza Italia Noi Moderati Ppe’ circoscrizione meridionale, Marco Falcone, di ‘Forza Italia Noi Moderati Ppe’ circoscrizione Isole, Alberico Gambino, lista ‘Fratelli d’Italia’ Circoscrizione meridionale, Giuseppe Milazzo di ‘Fratelli d’Italia’ circoscrizione Isole, Filomena Greco della lista ‘Stati Uniti di Europa’ circoscrizione meridionale, Luigi Grillo, di ‘Forza Italia Noi Moderati Ppe’ circoscrizione nord-ovest,  Antonio Mazzeo è invece nella lista del Partito Democratico circoscrizione centrale.

Leggi anche: Bologna, donna si suicida nel 2021, ma per il pm è un femminicidio

Chiara Colosimo, nell’ambito della seduta plenaria della Commissione, riferendo l’esito dei tradizionali controlli sui cosiddetti ’impresentabili’, ha dichiarato: “grazie al lavoro della Dna e del Procuratore nazionale antimafia, che ci hanno trasmesso gli elenchi in tempo congruo per verificarli a nostra volta grazie al lavoro dei magistrati consulenti in commissione. Questo permette una corretta informazione a chi andrà a votare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi