Bologna, donna si suicida nel 2021, ma per il pm è un femminicidio

Bologna, donna si suicida nel 2021, ma per il pm è un femminicidio

Bologna, donna si suicida nel 2021, ma per il pm è un femminicidio. Al vaglio la posizione del marito della donna

Il 5 settembre 2021 una donna di 59 anni si suicidò in casa nel bolognese. A dare l’allarme fu il marito, 61 enne, che all’arrivo dei soccorsi avrebbe mostrato la corda con la quale la moglie si sarebbe tolta la vita. L’ipotesi apparve plausibile, poiché la donna soffriva di depressione.

Tuttavia, le cose sono cambiate per l’uomo. Secondo la Procura di Bologna non si trattò di suicidio, ma di un omicidio. A portare a queste conclusioni sono stati gli esiti delle indagini. La prima risultanza riguarda la perizia tossicologica, affidata dal pm alla dottoressa Elia Del Borrello, la quale ha rilevato che la donna era imbottita di alcol e psicofarmaci a tal punto da non avere la forza di stringere la corda.

Inoltre, la corda non sarebbe mai stata posta ad alcuna tensione. Un altro elemento emerso riguarda la posizione del cadavere, che sarebbe stato spostato prima che subentrasse la rigidità cadaverica. Infine, per il medico legale la donna è morta per strangolamento.

Leggi anche: Caso Sofia Stefani, Gualandi: “Mi disse che era incinta ma non era vero”

Sul movente del delitto, l’ipotesi è che l’uomo abbia ucciso la moglie per vivere in libertà la relazione con un’altra donna con cui aveva da tempo un legame sentimentale. Il legale che difende l’uomo ha dichiarato: «Ci riserviamo di valutare il compendio indiziario e il materiale istruttorio. Il mio assistito si considera e si è sempre considerato innocente. Esclude ogni profilo di responsabilità».

Fonte immagine: https://www.facebook.com/photo.php?fbid=122097095144279492&set=pb.61558384767656.-2207520000&type=3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi