Dossieraggio, Nordio chiede una commissione parlamentare

Dossieraggio, Nordio chiede una commissione parlamentare

Dossieraggio, Nordio chiede una commissione parlamentare d’inchiesta ad hoc “per analizzare una volta per tutte questa deviazione”

Dopo la relazione di Raffaele Cantone al Copasir, il ministro della Giustizia Carlo Nordio ha dichiarato la necessità di istituire una commissione parlamentare che faccia luce sulla vicenda dossieraggio. Ha detto Nordio: “che a questo punto si possa e si debba riflettere sulla necessità dell’istituzione di una Commissione parlamentare d’Inchiesta con potere inquirente per analizzare una volta per tutte questa deviazione”.

Il ministro della Difesa Guido Crosetto ha fatto sapere di aver sentito il presidente del Copasir Lorenzo Guerini e la presidente della commissione antimafia Chiara Colosimo e di aver “dato loro la mia piena disponibilità per un’audizione in relazione al caso dossier generato da un mio esposto”. “Ringrazio il dott. Cantone per le parole di gratitudine che ha voluto usare nei miei confronti. Ritengo di aver fatto solo il mio dovere di cittadino e a tutela delle Istituzioni che oggi rappresento”, ha aggiunto Crosetto.

Leggi anche: Giulia Tramontano, le ultime parole prima di essere uccisa

I download che il finanziere Striano a scaricato sarebbero il triplo di quelli che si sospettava: il finanziere ha scaricato 33.528 file dai sistemi della direzione nazionale Antimafia, per la quale prestava servizio. Raffaele Cantone si è chiesto: “Che fine hanno fatto gli atti prelevati? Quante di queste informazioni possono essere utili anche ai servizi segreti stranieri?”. La preoccupazione è che dati sensibili possano anche essere trasmessi per spionaggio internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.