Delitto Matteotti, 100 anni dalla morte del politico antifascista

Delitto Matteotti, 100 anni dalla morte del politico antifascista

Delitto Matteotti, 100 anni dalla morte del politico antifascista che sfido il nascente partico di Mussolini

Figura di spicco del socialismo italiano, Matteotti è ricordato soprattutto per il suo coraggioso impegno contro la nascente dittatura fascista e per il suo assassinio, avvenuto il 10 giugno 1924 per mano di una squadra fascista capeggiata da Amerigo Dùmini.

Nato da una famiglia benestante, Matteotti si laureò in giurisprudenza all’Università di Bologna e si dedicò presto all’attività politica. Entrò nel Partito Socialista Italiano (PSI) nel 1900 e fu eletto deputato al Parlamento nel 1919. Divenne rapidamente una figura di riferimento del socialismo italiano, distinguendosi per la sua intelligenza, la sua tenacia e il suo impegno per la giustizia sociale. Si batté per i diritti dei lavoratori, per la riforma agraria e per l’ampliamento del suffragio universale.

Con l’ascesa del fascismo, Matteotti si oppose con forza alle violenze e alle illegalità commesse dai fascisti. Denunciò pubblicamente la frode elettorale perpetrata dal regime nelle elezioni del 1924 e presentò un dossier al Parlamento che documentava le brogli. Il 10 giugno 1924, mentre si recava alla Camera dei Deputati, Matteotti fu rapito da una squadra fascista capeggiata da Amerigo Dùmini. Il suo corpo fu ritrovato due mesi dopo, il 16 agosto 1924, in un bosco vicino a Roma.

Leggi anche: Europee 2024, Fi e Pd primi partiti. La soddisfazione di Meloni e Schlein

L’assassinio di Matteotti sconvolse l’Italia e segnò l’inizio della dittatura fascista. Il regime cercò di insabbiare il delitto, ma il clamore suscitato dalla vicenda e la tenacia della vedova di Matteotti, Lidia Menotti, portarono all’arresto e alla condanna dei responsabili.

Fonte immagine: si Sconosciuto, Pubblico dominio, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=49612395

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi