Caso Regeni, il legale: “Quella di oggi sarà un’udienza dura e dolorosa”

Caso Regeni, cruciale l’udienza di oggi 16 aprile. Ecco perché

Caso Regeni, il legale: “Quella di oggi sarà un’udienza dura e dolorosa”. In aula saranno ascoltati due esperti forensi

Oggi si terrà una nuova udienza del caso Regeni, il ricercatore morto a Il Cairo in circostanze mei del tutto chiarite. “Quella di oggi sarà un’udienza dura e dolorosa perché verrà rappresentato e raccontato minuziosamente tutto il male del mondo che si è abbattuto su Giulio. Noi abbiamo chiesto che una parte di questa udienza sia a porte chiuse e sarà così perché non vogliamo che chi ha voluto bene a Giulio, i suoi amici e i suoi familiari, lo ricordi in quelle condizioni. Nessuno divulghi quelle immagini perché sarebbe un oltraggio alla dignità di Giulio”, ha detto l’avvocato Alessandra Ballerini, legale di parte civile dei genitori di Giulio Regeni.

Nel processo sono imputati quattro 007 egiziani, accusati del sequestro e dell’omicidio del ricercatore friulano rapito, torturato e ucciso in Egitto nel 2016. Nel corso dell’udienza in corte di Assise a Roma saranno ascoltati in aula un tossicologo e un medico legale.

Leggi anche: Amnesty avvisa: “arrestati a Il Cairo due italiani”. Ecco il motivo

Fuori dal tribunale, ad attendere l’arrivo dei genitori di Giulio, c’era un gruppo di studenti del liceo romano Tito Lucrezio Caro, i quali hanno letto alcuni passaggi del libro ‘Giulio fa cose’. “Ringraziamo immensamente questi ragazzi, hanno scelto dei passaggi del libro non a caso, con il cuore – hanno detto i genitori di Giulio, Paola Deffendi e Claudio Regeni – Si riconoscono in Giulio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi