Caso Pipitone, interrogato per sei ore l’ex fidanzato di Jessica Pulizzi

Caso Pipitone, interrogato per sei ore l'ex fidanzato di Jessica Pulizzi

Caso Denise Pipitone, nuovo interrogatorio per l’ex fidanzato di Jessica Pulizzi, Gaspare Ghaleb. Sentito per 6 ore si dice estraneo ai fatti

Continuano le indagini sulla scomparsa di Denise Pipitone, che manca da Mazara del Vallo da 17 anni. Dopo la riapertura delle indagini, non sono mancati i colpi di scena, mentre sono emerse nuove indiscrezioni. La procura di Mazara del Vallo sta proseguendo nel percorso di scoperta della verità, cercando di fare chiarezza in una matassa di segnalazioni, presunti depistaggi e mancanze verificatesi ai tempi della scomparsa.

Dopo il clamore suscitato dalle dichiarazioni dell’ex pm Maria Angioni, gli investigatori hanno sentito nuovamente Gaspare Ghaleb, l’ex fidanzato di Jessica Pulizzi, la sorellastra di Denise Pipitone, sulla quale, fin dall’inizio, sono caduti diversi sospetti, poi dissipati da una sentenza in cui è scagionata dall’accusa di sequestro di persona nel processo a carico della donna.

Leggi anche: Denise Pipitone, indagata una coppia romana per falsa testimonianza

Ghaleb, assistito dall’avvocato Walter Marino, è stato sentito per sei ore in qualità di testimone. Pare anche, che il suo nome sia uno dei tre presenti nella lettera anonima ricevuto dall’avvocato Franzitta che assiste la famiglia di Denise. Nel primo processo sulla scomparsa di Denise fu indagato e condannato per false dichiarazioni al pubblico ministero. Ancora non sono trapelate indiscrezioni sull’interrogatorio, ma intervistato a Quarto Grado, Ghaleb, oggi 35enne, ha dichiarato: «Mi stanno facendo passare per un mostro. Io con la sparizione di Denise non c’entro nulla. Ho aiutato la polizia, mi sono prestato a fare delle domande dirette a Jessica in commissariato».

Tuttavia, restano le contraddizioni e le incongruenze sugli orari delle telefonate fatte con Jessica Pulizzi nel giorno del rapimento di Denise. Forse, è su questo che si cerca oggi di fare maggiore chiarezza.

Leggi anche: Caso Denise Pipitone, la pm Angioni indagata per “false dichiarazioni”

Intanto sui social, Piera Maggio, madre coraggiosa e forte, continua a cercare la verità per Denise. Ecco i suoi ultimi messaggi: “Sbagliare è umano ma perseverare è diabolico. Mah!”, a chi si riferisce non lo sappiamo, ma immaginiamo la pressione e la sofferenza quotidiana di mamma Piera, che giornalmente si ritrova a doversi districare tra atti giudiziari ed esposizione mediatica. Ma sui social, per Piera Maggio, c’è spazio anche per il ringraziamento alle tante persone che, ogni giorno, mostrano vicinanza e sostegno: “DENISE, se solo sapessi quante belle persone hai intorno. In tutti questi anni, hai acquisito tanti zii e nonni, gente che hanno imparato a volerti bene così come mamma e papà hanno voluto. Piera Maggio & Pietro Pulizzi”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi