Caso Giulia Tramontano, depositata la consulenza psichiatrica di Impagnatiello

Impagnatiello

Caso Giulia Tramontano, depositata la consulenza psichiatrica di Impagnatiello. L’imputato rischia la condanna all’ergastolo

I legali di Alessandro Impagnatiello, accusato dell’omicidio della compagna Giulia Tramontano incinta di sette mesi, hanno depositato il Corte di Assise la consulenza psichiatrica del loro assistito.

In sostanza, come riportato dal Corriere della Sera, la perizia depositata dai legali Giulia Geradini e Samanta Barbaglia confermerebbe quanto l’imputato aveva già detto in aula. Nel corso della sua deposizione, Impagnatiello aveva detto di «non aver capito cosa gli fosse successo» e di «non essere in sé» quando ha ucciso Giulia.

La consulenza ora parlerebbe di un «disturbo ossessivo e paranoico», dovuto al suo «forte narcisismo» e ha avuto «un black out» al momento del delitto. In base a quanto stabilito della consulenza, la difesa punterebbe a chiedere alla corte una perizia psichiatrica per accertare un vizio di mente.

Leggi anche: Raccolta fondi per una bimba malata di tumore, i dubbi di Selvaggia Lucarelli 

L’ex barman è accusato di omicidio volontario aggravato e se gli venisse riconosciuta l’incapacità di intendere e volere potrebbe aggirare la condanna all’ergastolo. Impagnatiello tornerà in aula per una nuova deposizione il prossimo 27 maggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi