Caso Cerciello Rega, la Cassazione annulla le condanne dei due americani

Caso Cerciello Rega, la Cassazione annulla le condanne dei due americani

Caso Cerciello Rega, la Cassazione annulla le condanne dei due americani. Processo di appello da rifare

La Cassazione ha annullato le sentenze del processo di appello ai due americani, ritenuti colpevoli dell’omicidio del carabiniere Mario Cerciello Rega, avvenuto il 26 luglio 2019.

Le condanne a 24 e 22 anni dei due studenti americani, Gabriel Christian Natale Hjorth e Finnegan Lee Elder, sono state annullate e il processo di Appello da rifare. Alla base della motivazione della Corte di Cassazione c’è la volontà di chiarire alcune sottovalutazioni e di non lasciare alcuna ambiguità.

Infatti, per Helder la condanna a 24 anni di reclusione è stata annullata con “rinvio sulle circostanze aggravanti e sulla sussistenza del reato di resistenza a pubblico ufficiale”. Mentre per Gabriele Natale Hjorth l’annullamento con rinvio riguarda “l’accusa di concorso in omicidio”.

Leggi anche: Napoli-Eintracht, i tifosi tedeschi devastano il centro storico. Danni a cose e persone

L’avvocato Roberto Capra, difensore di Finnegan Lee Elder, ha dichiarato: “Siamo soddisfatti per l’annullamento della sentenza. Ci sarà un nuovo processo sul cuore della vicenda, se i carabinieri si siano o meno qualificati come appartenenti alle forze dell’ordine. E questo apre lo spazio a una nuova quantificazione della pena”.

Fabio Alonzi, avvocato difensore di Gabriel Natale Hjorth, ha detto: “Grande soddisfazione per l’esito, abbiamo finalmente trovato qualcuno che ha sentito le nostre ragioni e siamo arrivati a un annullamento della sentenza per il tema fondamentale che riguarda la posizione del Natale”.

Fonte immagine: https://www.vittimedeldovere.it/caduti.php?id=1496

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.