Canelli (Asti): 18enne muore dopo aggressione a colpi di bastone

Canelli (Asti) 18enne muore dopo aggressione a colpi di bastone

Canelli, 18enne del Gambia muore dopo aggressione a colpi di bastone. Arrestato un 34ene pakistano

Un tragico evento ha scosso la comunità di Canelli, in provincia di Asti. Un richiedente asilo di 18 anni, originario del Gambia, è morto in ospedale dopo essere stato brutalmente aggredito a colpi di bastone durante una lite.

L’aggressione è avvenuta martedì sera, 30 aprile, in pieno centro città, sotto gli occhi di diversi passanti. La vittima, identificata come Manneh Nafugi, sarebbe stata accerchiata da un gruppo di altri richiedenti asilo, di nazionalità pakistana, e colpita ripetutamente con bastoni e catene.

Soccorso tempestivamente e trasportato in elicottero all’ospedale di Alessandria, Nafugi versava in gravissime condizioni. Purtroppo, i medici non hanno potuto far nulla per salvargli la vita e il giovane è deceduto nella notte tra mercoledì e giovedì.

Sull’episodio è stata aperta un’inchiesta da parte dei Carabinieri di Canelli, che hanno già proceduto all’arresto di un 34enne pakistano, ritenuto il principale responsabile dell’aggressione. L’uomo, accusato di omicidio, si trova ora nel carcere di Quarto d’Asti in attesa della convalida del fermo.

Leggi anche: Giulia Tramontano oggi avrebbe compiuto 30 anni. Il dolce ricordo della sorella

Al momento, i motivi che hanno scatenato la feroce aggressione sono ancora da chiarire. Gli inquirenti stanno vagliando diverse piste, tra cui quella di un regolamento di conti legato a dissapori all’interno del Centro di accoglienza straordinaria (CAS) di Cassinasco, dove entrambi i giovani erano ospitati.

Fonte immagine: https://www.facebook.com/photo.php?fbid=784885847119948&set=pb.100067956181903.-2207520000&type=3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi