Atletica, Tamberi ancora re della Diamond League e ora il viaggio di nozze

Da poco l’atleta è convolato a nozze

Un finale di stagione d’oro, anzi di diamante per Gianmarco Tamberi. Nella finale della Diamond League, a Zurigo,  l’oro olimpico ed europeo si conferma campione d, conquistando il diamante per il secondo anno consecutivo, di nuovo con la misura di 2,34, la migliore prestazione della sua stagione.

È un’altra dimostrazione di classe immensa, straripante, da parte del 30enne azzurro delle Fiamme Oro, campione olimpico e campione europeo del salto in alto.

Non mancano i festeggiamenti alla fine: si inginocchia dinanzi a sua moglie Chiara Bontempi, le regala il bouquet di fiori che celebra il trionfatore, ringrazia e abbraccia l’amico e testimone di nozze Massimo Sgreccia che filmava i suoi salti a bordo pedana.

Diventa il primo azzurro ad aver vinto il trofeo del massimo circuito mondiale, non una ma per ben due volte.

“L’ho fatto di nuovo! – le parole dell’azzurro – Seconda vittoria consecutiva nella Diamond League e miglior risultato stagionale! Cosa potevo chiedere di più dall’ultima gara della stagione?”.

Dopo questa stagione dovrà capire come e se farsi allenare da qualcuno, dopo i problemi con il papà allenatore Marco.

L’anno post-olimpico si è confermato un insieme di impegni irrinunciabili e di gare che ho voluto fare a tutti i costi per recuperare il tempo perso prima di Tokyo – ha detto prima di Zurigo – Non è stato semplice mantenere un livello alto per tutti questi mesi e per i problemi che ho avuto, compreso l’allenatore. Al momento valuto due soluzioni: trovare un altro tecnico o allenarmi da solo, come fa anche Barshim ormai da tre anni”.

Leggi anche: Gianmarco Tamberi corona il suo sogno d’amore: le nozze con Chiara Bontempi

Ora spazio a un po’ di relax con il viaggio di nozze nel mirino: “Il matrimonio è stato stupendo, Chiara era molto preoccupata per il maltempo ma siamo stati fortunati perché ha smesso di piovere mezz’ora prima della cerimonia e ce la siamo veramente goduta. Più avanti, sì, partiremo per il nostro viaggio”.

Ph. Credit:  Montesano/Wanda Diamond League

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi