Amici 21, Carola Puddu critica la decisione di Raimondo Todaro

LA BALLERINA CAROLA ESPRIME LA SUA CONTRARIETÀ NEI CONFRONTI DI UN’ULTIMA DECISIONE PRESA DAL MAESTRO TODARO

Nello Speciale di Amici 21, la ballerina Carola Puddu si sfoga anche riguardo la recente decisione presa dal maestro Raimondo Todaro.

LEGGI ANCHE Amici 21, Carola Puddu e Luigi Strangis: “Mi stavo innamorando di lui”

A causa di vari tamponi positivi riscontrati in alcuni ballerini professionisti di Amici, questa domenica non è andata in onda la puntata settimanale. Al suo posto, la programmazione di Canale 5 ha previsto uno speciale di 90 minuti in cui ciascun allievo, sia di ballo che di canto, ha raccontato la propria personale esperienza.

Tra loro anche la ballerina di Alessandra Celentano, Carola Puddu. A tal proposito, si è sfogata riguardo ad una delle ultime decisioni prese dal nuovo professore di questa ventunesima edizione, ossia Raimondo Todaro.

Difatti, qualche settimana fa, durante una delle puntate del daytime, è stato mostrato un videomessaggio di Todaro rivolto ai ballerini. Ispirato da alcune nuove dinamiche dei cantanti, che prevedono di fare una media settimanale tra quattro classifiche, Todaro aveva proposto alla produzione di decidere il destino dei ballerini basandosi sulle gare d’improvvisazione fatte in questi mesi.

A risultare ultima in classifica, è Carola Puddu, ballerina di danza classica. Proprio per tale motivo, Carola ha esposto il suo profondo disagio: c’è il grosso rischio che lei non arrivi al serale, nonostante sia diplomata all’Opéra di Parigi. Come lei ha ribadito, durante il percorso di percorso di studi in danza classica, non viene studiata l’improvvisazione, al contrario delle altre tipologie di ballo.

Nello Speciale di Amici ammette che questa proposta fatta da Raimondo Todaro, la trova ancora ingiusta e che ancora non le è andata giù.

Fortunatamente però, la Celentano ha fatto una proposta alla produzione, che è stata già approvata, ossia l’introduzione di gare di tecnica classica e moderna, dato che è oggetto di studio di ciascun allievo della scuola.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi