Alfonso Signorini al “Punto Nave”: il weekend di Pasqua del conduttore è Made in Napoli

Il conduttore del Grande Fratello VIP Alfonso Signorini trascorre il weekend di Pasqua a Napoli. Ad accoglierlo, il ristorante “Punto Nave” di Daniele Testa

A pochi giorni dalla fine del Grande Fratello VIP 7, il conduttore e Direttore di Chi Alfonso Signorini si concede qualche giorno di relax in Campania e vola a Napoli per trascorrere il weekend di Pasqua.

Per l’occasione, il Vippone sceglie uno dei ristoranti più rinomati della città: il “Punto Nave” di Daniele Testa.

Daniele è un giovane imprenditore che ha saputo coniugare sapientemente tradizione e contemporaneità. Nei suoi piatti c’è tutta la cultura di Napoli e la passione per una cucina worldwide che strizza l’occhio ai sapori di una volta.

“I nostri piatti sono strettamente legati ai nostri Viaggi alla ricerca dei sapori autentici. Selezioniamo con cura le migliori zone di pesca per noi (flora e fauna ottimale e minor manipolamento umano). In ogni boccone di un nostro piatto basta chiudere gli occhi e lasciarsi trasportare.. Sull’isola di Ponza con i crostacei. In Francia con le ostriche che vengono selezionate a seconda del miglior periodo. Procida con la nostra Procidana, un primo che resta indelebile e così via…”, dichiara Daniele ai microfoni di 361Magazine raccontando i piatti forti di “Punto Nave”.

Il Nome “Punto Nave” – continua Daniele – nasce nel 1990 quando i nostri genitori (famiglia di sommozzatori dell’epoca ) legati al mondo marino decisero di chiamarlo punto nave”.

Poi svela i piatti scelti da Alfonso Signorini: “Il Direttore ha assaggiato il plateaux di crudo con ostriche, crostacei, bullots bretoni e taratufi; i carpacci e le tartare; i percebes galiziani e una serie di portate calde proposte dallo chef”.

Insieme a Daniele c’è la moglie Serena. Di lei c’è molto nei piatti proposti da “Punto Nave”: “Serena è uno dei pilastri di Punto Nave come una buona padrona di casa cura tutto quello che riguarda la Sala dalla cura del cliente alla formazione e motivazione del nostro personale sino alla cantina”.

Ed è proprio per “l’aria di casa” che si respira, che “Punto Nave” è meta fissa di una clientela fidelizzata: “Il tipo di clientela e sicuramente un pubblico attento, appassionato e molto esigente, che ci fornisce ogni giorno la carica e lo stimolo di dare sempre il massimo! Insomma una grande famiglia!”.

Circa una seconda apertura di “Punto Nave”, Daniele non si sbilancia, ma Ibiza potrebbe essere la prossima meta.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi