Aldo Moro, oggi 9 maggio l’omaggio di Mattarella a via Caetani

Aldo Moro, oggi 9 maggio l'omaggio di Mattarella a via Caetani

Aldo Moro, oggi 9 maggio l’omaggio di Mattarella a via Caetani e alle 11 la cerimonia al Quirinale per le vittime del Terrorismo

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel 45° anniversario dell’uccisione di Aldo Moro, ha deposto una corona in via Caetani, nel luogo dove fu ritrovato il cadavere dello statista. Presenti il presidente del Senato, Ignazio La Russa, il vicepresidente della Camera, Giorgio Mulè, il ministro dell’Interno, Matteo Piantedosi, il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri. Alle 11 al Quirinale si svolgerà la cerimonia di celebrazione della Giornata in memoria delle Vittime del terrorismo.

Ha detto Mattarella: “Lo Stato, le forze politiche e sociali, hanno saputo reagire – nonostante lo smarrimento iniziale –  con coraggio e decisione alla sfida dei terrorismi. Una guerra che è stata vinta – è bene sottolinearlo, qui e ovunque – combattendo sempre sul terreno della legalità costituzionale, senza mai cedere alle sirene di chi proponeva soluzioni drastiche, da regime autoritario. Affidandosi al diritto e all’amministrazione della giustizia per proteggere la nostra comunità. Rifiutando di porsi al di fuori della natura democratica della nostra Repubblica”.

Aldo Moro è stato un politico italiano, nato il 23 settembre 1916 a Maglie, in provincia di Lecce. È stato uno dei protagonisti della vita politica italiana nel secondo dopoguerra.

Moro è stato uno dei fondatori della Democrazia Cristiana (DC) e suo rappresentante nella Costituente. Ha ricoperto numerosi incarichi politici di rilievo, tra cui quello di Ministro degli Esteri e quello di Presidente del Consiglio dei Ministri.

Leggi anche: Peppino Impastato, il ricordo nel 45° anno dalla morte

Il suo rapimento e omicidio, avvenuti nel 1978, rappresentano uno dei momenti più drammatici della storia italiana. Moro venne rapito dalle Brigate Rosse, un gruppo armato di estrema sinistra, il 16 marzo 1978 mentre si recava al Parlamento nel giorno della presentazione del nuovo governo, il quarto guidato da Giulio Andreotti. Dopo 55 giorni di prigionia e trattative politiche, Moro venne ucciso dalle Brigate Rosse il 9 maggio 1978.

L’omicidio di Moro ebbe un impatto profondo sulla società italiana e rappresentò un punto di svolta nella lotta contro il terrorismo. Ancora oggi, la morte di Aldo Moro suscita dibattiti e polemiche in Italia, sia per le modalità dell’omicidio che per le possibili responsabilità politiche e istituzionali nel fallimento delle trattative per la sua liberazione.

Fonte immagine: https://www.quirinale.it/elementi/84460

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi