William Hurt, chi era l’attore di Hollywood che si è spento a 71 anni

Descritto da tutti come un divo “Timido”

Si è spento ieri sera, 13 marzo, William Hurt attore hollywoodiano di 71 anni: ne avrebbe compiuto 72 la prossima settimana.

A dare l’annuncio la famiglia, spiegando come Hurt si sia spento per cause naturali.

“È con grande tristezza che la famiglia Hurt piange la scomparsa di William Hurt, amato padre e attore premio Oscar, avvenuta il 13 marzo 2022, una settimana prima del suo 72/o compleanno. E’ morto serenamente in famiglia, per cause naturali. La famiglia richiede la privacy in questo momento“.

Ricordato da tutti come il divo “timido”, vinse anche l’Oscar nel 1986 per “Il bacio della donna ragno”.

William Hurt era stato anche candidato l’anno successivo per Figli di un dio minore di Randa Haines, nel 1988 per Dentro la notizia di James L Brooks e nel 2006 per A History of violence di David Cronenberg.

Non solo oscar, aveva ricevuto candidature anche per i Tony Award nel 1985 per Hurlyburly e due volte agli Emmy Nel 2009 per la serie Damages e nel 2011 per il film tv Too Big to Fail – Il crollo dei giganti.

Leggi anche: “Flee”: la pellicola candidata a tre premi Oscar esce oggi, 10 marzo, al cinema

La vita personale non è mai stata semplice con una infanzia difficile, il divorzio della madre e e una vita fatta spesso di eccessi e uso di droga.

Eppure Hurt è riuscito a portare a casa una bella carriera. Il debutto al cinema subito da protagonista grazie al ruolo in “Stati di allucinazione” di Ken Russell.

È il 1980 e grazie a questi due ruoli viene richiesto subito per altre pellicole.

Da Peter Yates per il film “Uno scomodo testimone” e per “Brivido caldo”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi