Una donna al Quirinale, l’appello dal Mondo della cultura e dello spettacolo

Viene perorata la causa di una donna per la successione di Sergio Mattarella

Inizia a entrare nel vivo l’argomento Quirinale con il toto nomi per la successione a Presidente della Repubblica di Sergio Mattarella.

Al Quirinale molti vorrebbero una donna. È stato così lanciato un vero e proprio appello da parte da intellettuali e donne del mondo dello spettacolo e della cultura.

Da Dacia Maraini a Fiorella Mannoia fino a Luciana Littizzetto.

“Vogliamo dirlo con chiarezza: è arrivato il tempo di eleggere una donna. Ci sono in Italia donne che per titoli, meriti, esperienza ed equilibrio possono benissimo”.

Leggi anche: #NoQuiriSilvio: spopola l’hashtag contro Berlusconi al Quirinale

Viene così perorata la causa di una presenza femminile dopo dodici capi dello Stato di sesso maschile.

Poi spiegano: “Non è questa la sede  per fare un elenco di nomi ma molte donne hanno ottenuto stima, fiducia, ammirazione in tanti incarichi pubblici ricevuti, e ci rifiutiamo di pensare che queste donne non abbiano il carisma, le competenze, le capacità e l’autorevolezza per esprimere la più alta forma di rappresentanza e di riconoscimento“.

Poche donne Ono davvero entrate in politica con ruolo importanti e ora si fanno i nomi di Marta Cartabia, Emma Bonino o  Maria Elisabetta Casellati fino a Fabiola Gianotti, da Letizia Moratti ed Anna Finocchiaro. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.