Tokyo 2020, in vista dei giochi via libera ai vaccini per gli atleti

A dirlo il presidente del Coni, Giovanni Malagò

Giovanni Malagò, numero uno del Coni rassicura sui Giochi di Tokyo e stila il piano per le vaccinazioni per gli azzurri che prenderanno parte alla rassegna nipponica dal 24 luglio all’8 agosto.

Non si ha ancora la certezza o meglio vige sempre il timore che all’ultimo, visto che mancano meno di 100 giorni, l’edizione nipponica possa ancora saltare a causa della pandemia.

Arrivano però, rassicurazioni proprio da Malagò che ne ha parlato ai microfoni di Restart, trasmissione in onda sui Rai Due: “Le Olimpiadi si faranno senza ombra di dubbio. Proprio oggi (mercoledì, ndr) abbiamo ricevuto l’ufficializzazione: da domani (giovedì, ndr) cominciamo la vaccinazione capillare dei nostri atleti“.

Leggi anche: Caso Schwazer, parla Malagò: “È innocente, è un dato di fatto” e le Iene lanciano una petizione

Come spiega “Gazzetta Dello Sport” è stata consegnata a Valentina Vezzali, sottosegretario con delega allo Sport del Governo Draghi, la lista dei possibili partecipanti ai Giochi e alle Paralimpiadi: la lista verrà poi consegnata al Generale Francesco Paolo Figliuolo.

A onor del vero va detto che molti atleti, come alcuni nuotatori o schermidori sono stati già vaccinati in quanto appartenenti a gruppi sportivi militari o civili dello Stato che rappresentano la maggioranza degli gruppo azzurro.

Ci sono però ancora tanti che non hanno ricevuto nessuna dose: di certo nessuno verrà vaccinato con AstraZeneca sia perché consigliato al di sopra dei 60 sia perché il richiamo potrebbe coincidere con pre olimpico e gare ufficiali.

Per il momento, nonostante gli Europei, il vaccino è previsto solo per gli italiani impegnati con la rassegna olimpica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.