Terremoto in Liguria: arrestato il Presidente della Regione Toti

Giovanni Toti

L’accusa a suo carico è quella di corruzione

Giovanni Toti si trova agli arresti domiciliari. È stato infatti arrestato il Governatore della Regione Liguria, fermato dalla Guardia di Finanza nell’ambio dell’inchiesta della Ddi genovese.

L’accusa a suo carico è quella di corruzione.

La misura cautelare è stata mezza oggi dal gip del Tribunale di Genova, dopo la richiesta della Procura depositata il 27 dicembre scorso nei confronti del presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti.

Misure cautelari sono state richieste pure per Emilio Signorini, presidente dell’Autorita di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale, per gli imprenditori Aldo e Roberto Spinelli, Mauro Vianello.

E ancora per il consigliere di amministrazione di Esselunga, Francesco Moncada; e di Matteo Cozzani, capo di gabinetto del presidente della Regione.

Indagati anche Arturo Angelo Testa e Italo Maurizio Testa, e di Venanzio Maurici. Come riporta Agi, Signorini, indagato per corruzione per l’esercizio della funzione e per atti contrari ai doveri d’ufficio, è destinatario di una misura della custodia cautelare in carcere. Attualmente, invece, Toti si trova agli arresti domiciliari.

Toti verrà sostituito dal vicepresidente della Regione Liguria Alessandro Piana. Lo comunica lo stesso ente in una nota ribadendo che “l’attività amministrativa della Regione Liguria prosegue senza soluzione di continuità”. “Siamo vicini al nostro presidente Toti, certi che abbia sempre agito nell’esclusivo interesse della Liguria. – dichiara Piana – Auspichiamo che venga fatta chiarezza al più presto e che il presidente possa così dimostrare la sua più totale estraneità ai fatti contestati”.

Leggi anche: Fiorello lascia da parte il buonumore e parla della tragedia di Casteldaccia

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi