Tennis: clamoroso, si ritira la numero uno Barty a soli 25 anni

L’annuncio nella notte della numero uno delle classifiche WTA

Ashleigh Barty, australiana numero uno al mondo, saluta il mondo del tennis e mette le sue racchette e sua classe in un borsone.

Esce dal campo, ovvero annunciando il ritiro, da imbattuta nell’anno. La Barty aveva infatti iniziato l’anno centrando la vittoria “a casa” degli Australian Open.

Poi, non aveva più giocato e nella notte, sul suo profilo Instagram è arrivato l’annuncio del suo ritiro.

“Sono così felice e così pronta, e sono consapevole, dentro di me so che è la scelta giusta per me come persona. L’ho fatto prima, ma in una maniera molto diversa. Sono così grata al tennis, che mi ha fatto realizzare tutti i miei sogni, ma so che è arrivato il momento di appendere la racchetta al chiodo e di inseguire altri sogni.”
“Ci stavo pensando da tanto tempo, e ho avuto momenti molto importanti nella mia carriera. La vittoria a Wimbledon lo scorso anno ha cambiato molto come persona e come atleta. Quando si lavora così tanto per un obiettivo, e Wimbledon era il mio vero obiettivo. Ci ho pensato molto dopo Wimbledon, ne ho parlato al mio team, ma sentivo che mancava qualcosa, che non ero completamente soddisfatta. Poi è arrivata la sfida dell’Australian Open, e credo che fosse la maniera più perfetta per celebrare il meraviglioso percorso della mia carriera tennistica.
“C’è stato un cambiamento di prospettiva in questa seconda parte della mia carriera. La mia felicità non dipendeva più dai risultati. Il successo, per come lo definisco io, è sapere di aver dato tutto quello che potevo dare. Sono soddisfatta, sono felice, so quanto lavoro è necessario per ottenere il meglio da noi stessi. L’ho detto diverse volte al mio team: non ho quella voglia, quella spinta che è necessaria per continuare a superarsi sempre di volta in volta. Fisicamente non ho più niente da dare, ho dato tutto al tennis, sono felice, e questo è il mio successo.
Qualcuno magari non capirà, e lo comprendo. Ma per me, Ash Barty, ci sono talmente tanti sogni che non includono il viaggiare per il mondo per giocare a tennis, rimanendo lontana dalla mia famiglia e dalla mia casa. Non smetterò mai di amare il tennis, è stato una parte fondamentale della mia vita e lo sarà sempre, ma ora voglio godermi il prossimo capitolo della mia vita come Ash Barty la persona, e non Ash Barty l’atleta.”

Non è il primo addio della tennista australiana che nel 2014 decise di prendersi una pausa schiacciata dal peso delle pressioni e dai viaggi.
Barty si è così concentrata sul cricket per poi tornare e vincere tre prove Slam (Roland Garros, Wimbledon e Australian Open).
Da professionista ha vinto 15 tornei in singolare e 12 in doppio. È stata anche per 121 settimane la numero 1 della classifica, comprese le ultime 114 di fila.

Leggi anche: Tennis, preoccupano le condizioni di Nadal e per i no vax è colpa del vaccino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.