Su Instagram Michelle Hunziker parla di emancipazione e si sfoga

Tra la vita privata e gli impegni lavorativi, Michelle Hunziker prova a spiegare il suo punto di vista su Instagram sui grandi temi universali

Michelle Hunziker è tornata ad affrontare temi di rilevanza sociale sui suoi social. Nonostante le critiche che ha ricevuto per essersi esposta su certi argomenti che secondo alcuni non la dovrebbero toccare visto la vita agiata che conduce, la conduttrice continua a esprimere il suo pensiero sui social cercando confronto e dialogo con la sua community.

Postando una serie di foto di sé, stavolta la Hunziker ha parlato di emancipazione, partendo dalle sue esperienze personali. Ecco cosa ha scritto: “L’emancipazione per me ha sempre avuto un grande valore.
Fin da quando ero piccola e giocavo nel cortile in cui mi sentivo dire cose come: “non puoi partecipare, questo non è un gioco per femmine” oppure “piangere è da femminuccia” o “le femmine sono deboli” o “stai zitta, che ne sai, sei una femmina”…Ho sempre provato un grande senso d’ingiustizia in tutto ciò. Già all’epoca non mi piacevano questi stupidi cliché e non mi riconoscevo in essi. Per cui ho iniziato da subito a coltivare una grande voglia di far valere i diritti delle donne nel mio piccolo. Oggi più che mai ritengo sia fondamentale non perdere la gioia di essere donne con TUTTE le nostre sfaccettature. Non abbiamo più bisogno di trasformarci in maschi o emulare i loro comportamenti per essere ritenute intelligenti e per poter lavorare in ambiti poco frequentati da donne… abbiamo preso coscienza che se desideriamo essere sensuali ogni tanto, non è sinonimo di poca serietà o superficialità. Possiamo essere molte cose perché tutto ciò non ha niente a che fare con i nostri diritti! Per fortuna qualche battaglia a fatica è stata vinta, ma è ancora lunga la strada verso l’emancipazione… io, ad esempio, ho un enorme pazienza e non demordo. Spero di riuscire ancora a vedere in questo paese che tanto amo un giorno una prima ministra donna. Oibò… potrebbe sorprendere tutti gli italiani e dare molte soddisfazioni anche agli uomini, ma purtroppo qui a parte Nilde Iotti, la quale è stata la prima e l’unica donna ad aver avuto una delle tre cariche più importanti nella repubblica italiana nel lontano 1979 (presidente della camera dei deputati per 13 anni) mai più nessuno… ossignur che faticaaa!!! Forza e coraggio ragazze!!! Una delle nostre più grande virtù è la lungimiranza!”

Leggi anche: Michelle Hunziker ringrazia la community e torna indietro nel tempo

C’è del rammarico in queste parole, ma anche la voglia di sognare un mondo migliore in cui le donne possano avere più ruoli di comando e di potere all’interno dell’attuale società italiana. Michelle Hunziker stessa ci tiene a sottolineare quanto lei per prima si sta seriamente impegnando per far sì che ciò accada in realtà piccole. Il suo più grande desiderio per l’Italia resta poter avere un premier donna e non è detto che prima o poi possa avverarsi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi