Strage di Erba, sotto accusa il magistrato Cuno Tarfusser

Strage di Erba, al via la revisione del processo

Strage di Erba, sotto accusa il magistrato Cuno Tarfusser, convinto di un errore giudiziario nei confronti di Rosa e Olindo Romano

Cuno Tarfusser è il magistrato che ha denunciato il presunto errore giudiziario nella condanna di Rosa e Olindo Romano per la strage di Erba.

Nei confronti del magistrato è stato avviato un procedimento disciplinare per avere depositato la richiesta di revisione del processo “violando il documento organizzativo dell’ufficio”. L’esposto contro di lui è stato fatto dalla dirigente della Procura generale di Milano, Francesca Nanni.

Cuno Tarfusser depositò in cancelleria, di propria iniziativa, la richiesta di revisione del processo, convinto che tre prove scagionerebbero Olindo e Rosa. Tuttavia, oggi la Procura lo accusa di avere “violato i doveri di correttezza, riserbo ed equilibrio in palese violazione del documento organizzativo dell’ufficio, che assegna all’Avvocato generale e al Procuratore generale (che in caso di dissenso ha l’ultima parola) la facoltà di richiedere la revisione di sentenze” nel caso di nuove prove di innocenza.

In audizione, Tarfusser ha ribadito la propria imparzialità nell’accertare anche possibili circostanze a favore degli imputati. inoltre, ha sostenuto di avere chiesto di parlare con la dirigente della Procura generale prima di depositare gli atti, anche se lei sostiene che non gli era stato riferito il motivo per il quale era stato chiesto l’incontro. Quindi, ha definito assurdo il dover fare dipendere la sorte di due ergastolani dall’interpretazione di un regolamento interno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.