“Stava cercando di rubarmi l’identità”, Nikita Pelizon racconta un episodio

Nikita Pelizon e la spiacevole disavventura con una fanpage su TikTok: ecco il racconto della vincitrice del GFVip

Nikita Pelizon ha vinto la settima edizione del Grande Fratello Vip grazie all’affetto e al supporto dei fan che l’hanno sostenuta dal primissimo giorno. La giovane modella è entrata nella Casa e si messa in gioco fin da subito mostrando lati inediti del suo carattere, dopo la precedente esperienza televisiva vissuta a Pechino Express.

Leggi anche –> Antonella Fiordelisi emozionata: cosa le ha detto una fan (Video)

Le dichiarazioni dell’ex gieffina…

Nikita nelle ultime ore ha raccontato sul suo profilo Instagram lo spiacevole episodio accaduto al suo profilo TikTok. L’ex gieffina racconta ai suoi fan cosa ha cercato di fare una sua pseduto fanpage. La Pelizon dichiara:

“Ieri il numero di telefono che utilizzo principalmente per le collaborazioni è stato pubblicato ufficiale su una fanpage che stava cercando di rubarmi l’identità chiamandosi “Nikita Pelizon, Pelizon Nikita” su TikTok pubblicando solo cose mie, copiandomi la bio e mettendolo uguale sul suo profilo”

Inoltre ha proseguito aggiungendo: “Quindi per cui da quando questo è successo, il telefono di quel numero lì non si riusciva più ad utilizzare perchè è stato inondato di chiamate, messaggi, videochiamate, messaggi di gruppo, etc. Tanto è che è stato veramente un casino. Quello che vi vorrei chiedere per favore è di, tutti quanti di andare a segnalare questa pagina. Deve scomparire immediatamente dal web, e spero non di scoprire chi è che la gestisce perchè se no si becca una bella denuncia”. L’ex gieffina conclude:

“Adesso il profilo ha questo aspetto qua, a me sinceramente non mi interessa niente che inizi a rimuovere tutti i video perchè i suoi danni li ha già ben che fatti quindi per cui segnalate a bestia, non voglio mai più vedere questo profilo nella mia vita su TikTok. Segnaliamo a bestia, io sto segnalando da ieri. Grazie ragazzi”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi