Propaganda Live e il rifiuto dell’invito di Rula Jebreal: cosa è successo

Ieri sera è andata in onda un’altra puntata di Propaganda Live; Rula Jebreal sarebbe dovuta essere presente ma ha rifiutato l’invito

Ogni venerdì in prima serata su La 7 va in onda “Propaganda Live” condotto da Diego Bianchi alias Zoro. Il programma si occupa di parlare dei fatti della settimana con un taglio diverso dal solito usando un registro che va dal serio, al sarcastico fino all’ironico. È una rarita dei palinsesti televisivi italiani perché è l’unico programma che ha un proprio linguaggio e una propria chiave stilistica per affrontare tematiche e argomenti.

Poco prima della nuova puntata di Propaganda Live sono stati annunciati gli ospiti che ci sarebbero stati sui canali social del programma. Tra gli ospiti anche la giornalista Rula Jebreal. Le cose non sono andate come sperato. La giornalista, infatti, ha deciso di declinare l’invito quando ha visto la grafica e ha notato che vi era una prevalenza di ospiti di sesso maschile. Sul suo profilo Instagram ha scritto: “7 ospiti… solo una donna! Come mai? Con rammarico devo declinare l’invito. Come scelta professionale non partecipo a nessun evento che non implementa la parità e l’inclusione”.

Immediata la replica di Diego Bianchi, conduttore del programma, che ha deciso di raccontare quanto accaduto e perché Rula Jebreal non ci sarebbe stata. È la prima volta che Bianchi si trova a dover dare questo tipo di spiegazioni ai telespettatori, sottolineando anche il perché dell’invito di determinati ospiti.

“Avevamo deciso di invitare Rula Jebreal per raccontare quello che sta succedendo tra Israele e Palestina ma, quando lei ha visto il suo nome in mezzo a quelli di altri sette ospiti, tutti uomini, ha deciso di non esserci. Ora è chiaro che non ci conosce” ha esordito così Diego Bianchi che ha continuato: “Non conoscevo Rula Jebreal. Non ci avevo mai parlato fino a ieri sera. Eravamo molto contenti di avere qui il suo punto di vista e la sua competenza al servizio della trasmissione, ma stamattina, quando abbiamo lanciato sui social i nomi degli ospiti della puntata, insieme ad alcuni nomi del cast, lei si è vista da sola, unica donna, e ha deciso, in coerenza con sue battaglie, di non venire”.

Un linguaggio asciutto e senza fronzoli per spiegare non solo il rifiuto della giornalista ma anche la sua posizione rispetto a questa decisione. Inoltre, Diego Bianchi ha voluto precisare: “Abbiamo capito, una volta per tutte, che lei non conosce questa trasmissione che, con tutte le difficoltà e gli errori fatti negli anni, già dai tempi di Gazebo in Rai, ha vinto il ‘Diversity award’ proprio perchè rappresenta tutte le diversità. La nostra forma mentis consiste nell’invitare una donna o un uomo perchè competenti, per la loro storia, perchè i migliori per parlare di quella determinata cosa. Non avevamo chiamato Rula perchè donna ma perchè, visto quello che sta succedendo, ci sembrava la giornalista, la persona adatta. Il risultato è che non ci sarà nessuno a parlare di Palestina con quel pensiero e quel ragionamento che volevamo condividere”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto di questo sito è protetto da Copyright.