Paralimpiade di Pechino 2022: la decisione su Russia e Bielorussia. Ucraini in Cina

La rassegna paralitica inizierà venerdì 4 marzo

Le conseguenze dello scontro tra Russia e Ucraina arrivano anche per la paralimpide di Pechino 2022.

Gli atleti di Russia e Ucraina sono stati autorizzati a partecipare ma non potranno farlo con i loro colori e il loro inno.

Un provvedimento del resto già in vigore per i russi che a causa della squalifica per Doping sono costretti a gareggiare sotto Comitato Olimpico Russo.

Ora però non verranno nemmeno considerate nel medagliere le eventuali medaglie. Il comitato Paralimpico ha spiegato:

Russia e Bielorussia parteciperanno come neutrali ai Giochi Paralimpici Invernali di Pechino 2022. Gareggeranno sotto la bandiera delle Paralimpiadi e non saranno inseriti nel medagliere. L’IPC ospiterà l’Assemblea Generale straordinaria nel 2022 per votare se rendere il rispetto della Tregua Olimpica un requisito per l’adesione e se sospendere l’adesione del Comitato Paralimpico Russo e del Comitato Paralimpico Bielorusso. L’IPC non terrà alcun evento in Russia o Bielorussia fino a un ulteriore avviso”.

Intanto, stando alle ultime la delegazione ucraina per i Giochi Paralimpici di Pechino è arrivata in Cina.

A dirlo il presidente dell’Organizzazione internazionale Paralimpica Andrew Parsons: “Sono lieto di dire che poche ore fa la squadra ucraina, composta da 20 atleti e nove guide, è arrivata sana e salva a Pechino”.

Leggi anche: Storie dall’Ucraina: Grigolo in pensiero per la compagna e il ballerino di Bari bloccato a Kiev

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo si chiuderà in 0 secondi